Testa

 Oggi è :  20/04/2021

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

01/05/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

LE VIE DELLA TRUFFA SONO INFINITE... SU INTERNET

Clicca per Ingrandire E’ in atto l’invio per e-mail di avvisi di infrazione al codice della strada assolutamente fasulli. La loro apertura comporta l’introduzione di virus che danneggiano il computer. Le multe regolari vengono spedite unicamente per posta raccomandata accompagnata da ricevuta di ritorno. Le vie della truffa sono infinite. Ognuna di esse si ramifica a sua volta a dismisura. La fantasia scandaglia tutte le sue più recondite scansioni. Quelle via Internet sono sempre più privilegiate e sofisticate, supportate da un vigliacchesco anonimato.

L’ultima trovata la segnala il Comando della Polizia municipale di Manfredonia: la multa via e-mail. Rigorosamente falsa. E’ arrivata anche a Manfredonia e sarebbero già in molti gli utenti della strada ad averla ricevuta. E’ immaginabile, una volta “aperta” la mail, la stizza, per non usare altri termini, dei malcapitati. Diciamo subito per tranquillizzarli e sollevarli dalle angosce di circostanza, che le multe così “spedite” sono del tutto finte. Ignoti mistificatori spacciandosi dunque per falsi Comuni inviano, via Internet, avvisi di presunte infrazioni al codice della strada, tanto perfettamente compilati a somiglianza di quelle vere, quanto assolutamente fasulli. In particolare sarebbero multe per eccesso di velocità documentate con tanto di allegate foto scattate dall’autovelox, anche questo fantomatico.

Gli ignoti autori della mail invitano gli ignari destinatari-utenti della strada ad aprire gli allegati entro 15 giorni dal ricevimento, i quali oltre alla foto, contengono, è specificato, la contestazione con tutti i dettagli dell’infrazione, il conteggio dei punti da detrarre dalla patente e persino un modulo riferito alla sentenza delle Cassazione del 20 luglio 2001 per fare ricorso. “Attenzione a non aprirle affatto” avverte il comandante della Polizia municipale, Mariano Ciritella. E sì, perché oltre alla beffa c’è, bello e scattante, un primo danno rappresentato dai virus malvagiamente inseriti, che manco a dirlo infestano quei messaggi malandrini.
Nel momento in cui si apre la posta i virus maligni installano automaticamente un codice che manda in tilt il computer.

“I consigli – rimarca il comandante – sono sempre gli stessi: evitare di aprire gli allegati, cancellare subito la mail e procedere costantemente all’aggiornamento del proprio antivirus”. Quindi ricorda che “i verbali di infrazione al codice della strada, quelli veri, vengono invariabilmente e tassativamente inviati agli interessarti via posta raccomandata con tanto di ricevuta di ritorno, qualunque sia il corpo di polizia ad agire”.

 montesantangelo.net

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 808

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.