Testa

 Oggi è :  08/08/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

02/03/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

ALTRO CHE PIAGHE EGIZIANE!

Clicca per Ingrandire Dopo oltre 24 ore di pioggia continua e battente, l’agro di Peschici è ridotto nelle condizioni che possono constatarsi nel servizio fotografico di Explora Gargano (http://www.facebook.com/?tid=1068152382677&sk=messages#!/album.php?aid=48839&id=100000429695376&fbid=196376690386653). Ieri, in tarda serata, abbiamo ricevuto varie mail sulla situazione che si era andata creando, particolarmente in località Citrigni. La più significativa l’abbiamo pubblicata in categoria LETTERE al GIORNALE, insieme con attestati e testimonianze di quanto stava accadendo. Ve le riproponiamo adesso a giustificazione - se mai ce ne fosse ancora bisogno - di scene quasi apocalittiche che stamattina, quando cioè sono state scattate le foto, si presentavano ancora di grande disagio.

PESCHICI: CITRIGNI ALLUVIONATA
LA PROTESTA = “Anche adesso ci saranno le ennesime promesse??? In questa zona Citrigni siamo stanchi. Ogni volta che c'è alluvione abbiamo paura per i nostri figli e per le nostre case. Abusive ha detto qualcuno in passato, ma non per questo costruite con sangue e sudore della nostra fronte e dei nostri genitori. Anche questa volta ci saranno riunioni sul posto con le massime rappresentanze locali e ci saranno i soliti bla bla bla!!!! Ma questa volta sarà diverso, perché adesso siamo veramente stanchi , non vogliamo bla bla bla, ma nero su bianco. (Lettera firmata)

LE TESTIMONIANZE = “Acqua e vento hanno riempito tutti i canali che stanno straripando. Il rettilineo di Calena e la strada del D'Amato sono un fiume d'acqua. I vigili del fuoco stanno presidiando la zona. Per arrivare a Vieste normalmente s’impiegano 15/20 minuti. Stasera devi calcolare il triplo... è un disastro. Nella via per arrivare a Calena, nella curva a gomito (sotto il boschetto) c'è una cascata di 3/4 metri che riversa sulla strada principale acqua e pietre.” (T.L.)

LA CRITICA = I ponticelli realizzati per i passaggi stradali non si creano con anelli di grosso diametro in cemento, ma si realizzano con campate più larghe del canale stesso in modo che i rami o le piante non ostruiscano il torrente creando una chiusa e portando alla tracimazione del canale. (M.B.)

L’OSSERVAZIONE = Non ci sono solo i rami a ostruire. L'altro giorno ho fatto una passeggiata in quella zona (Moresco). Nel canale c'era di tutto, addirittura passeggini e water. (T.L.)

Fin qui quanto postato in LETTERE. Adesso il commento di “Explora Gargano” a corredo del servizio fotografico. “Ecco, ci risiamo! Sono 5 anni che assistiamo impotenti a scene di questo tipo: villaggi, market, strade e campagne allagate. Da più di 10 anni si sta lavorando a un canale dove dovrebbero convogliare le acque di un enorme bacino idrografico... e al momento non siamo che a un decimo dell'opera! Intanto vari operatori turistici, commercianti del settore e privati debbono subire tutto questo!!! Mi dicono che mancano i soldi per completare l'opera, che ci sono delle priorità... ma davanti a una simile emergenza vogliamo veramente discutere di priorità!!?”




 Redazione (foto: Explora Gargano)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 907

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.