Testa

 Oggi è :  14/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

14/02/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

CARNEVALE È ANCHE DIDATTICA

Clicca per Ingrandire Il prossimo 24 febbraio il Comitato organizzatore del 58° Carnevale Dauno di Manfredonia propone alle scuole e alla cittadinanza la possibilità di visitare i capannoni in cui si stanno realizzando i carri allegorici che sfileranno per la gran parata del 6 marzo. L’iniziativa è tesa principalmente a far conoscere e apprezzare l’arte della lavorazione della cartapesta che trova nell’allestimento dei carri una delle più alte espressioni.

Il più delle volte, infatti, ci si limita ad ammirare queste gigantesche opere solo quando sono terminate, ma dietro la loro realizzazione c’è un lavoro e una passione che meritano di essere scoperti e valorizzati. La costruzione di un carro allegorico dura diverse settimane e impegna decine di persone che si incontrano solitamente la sera, quasi tutte al termine della rispettiva giornata lavorativa, in un clima di grande condivisione e giovialità, perché la cosa più importante, anche per i carristi, è divertirsi!

Manfredonia annovera diversi maestri cartapestai che hanno dato vita a quattro associazioni artistiche e culturali: “Artisti della cartapesta sipontina” di Giovanni Aspro e Lino Palena, “Noi del Carnevale” di Gino Bordo, “Non solo arte” di Maria Grazia Muscatiello e la “Compagnia del Carnevale” di Matteo Trotta, tutti non più giovanissimi e preoccupati di non poter passare il testimone alle nuove leve. I ragazzi, quindi, possono garantire quel ricambio generazionale che permetterebbe di mantenere viva questa antica arte.

Dai giovani partecipanti a un corso per cartapesta, tenuto in un istituto di formazione cittadino, sono stati realizzati i quattro pupi che il Comitato ha fatto esporre nel chiostro di Palazzo San Domenico, sede del Municipio. Ma i carri di Manfredonia sono stati acquistati da carristi di altre località italiane come Cento, Fano e, ultima in ordine di tempo, Brindisi.

Capannoni aperti coincide col primo dei due giovedì “grassi” che il Comitato, riprendendo una tradizione in voga negli anni passati, ha voluto organizzare alla vigilia di due importanti sfilate: quella delle “meraviglie” del 27 febbraio e la grande parata del 6 marzo. Giovedì grasso significava festa, divertimento, scherzi a tutto spiano, balli in casa e serate danzanti. La festa, in omaggio ai carristi e al loro lavoro, si svolgerà proprio nell’area dei capannoni, a partire dalle 20, con la presenza dei gruppi mascherati che, indossando i costumi di precedenti edizioni, animeranno la serata. Prevista anche una degustazione di prodotti tipici locali.

Le scuole che intendono portare le scolaresche in visita ai capannoni, dovranno semplicemente darne comunicazione al comitato (tel. 0884-51.97.13 - fax 0884-51.97.14) e avranno l’intera mattinata per farlo: sul posto troveranno persone che accompagneranno gli studenti in un breve e magico viaggio nel mondo della cartapesta. A partire dalle 16 potrà recarvisi la cittadinanza e sarà anche questa occasione per le famiglie che avranno piacere di portare i propri bambini a scoprire i “giganti” che prendono forma con carta e colla.



 Ufficio stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1953

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.