Testa

 Oggi è :  28/10/2021

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

30/05/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

Torna la "festa" della Madonnina del mare a Peschici

Clicca per Ingrandire Puntuale come ogni anno, salvo quelli funestati da giornate di pioggia, vento o dagli ultimi colpi di coda di General Inverno che non si ricorda di aver ceduto il passo a Monna Primavera da oltre due mesi, i marinai di Peschici - pescatori in testa a fare da orgogliosi alfieri – domenica 1 sono pronti a rispolverare la statua della loro patrona, rintanata per un anno intero in un angolo della sacrestia della Chiesa Madre, portandola in processione, prima per le vie del paese che scendono alla Marina, poi - dopo il trasbordo sulla barca prescelta - per un tratto di costa, il giusto e necessario a impetrare le grazie della "Madonnina del Mare" per buoni e futuri "raccolti".

Bella tradizione, dimenticata ma da vari anni rinverdita dall'amore degli uomini per la loro Vergine e protettrice, accompagnata da un canto che solo a sentirlo ti pare di ascoltare le onde del mare che ti parlano e rassicurano.

La commemorazione religiosa avrà una vigilia “profana”. Sabato 31, infatti, appuntamento con la prima "Sagra del Mare", a partire dalle 20.30, in onore del bene più prezioso per i locali. Non a caso l'intero paese si mobiliterà per rendere l'evento un momento di forte interesse in grado di coinvolgere in modo particolare i turisti che da qualche settimana sono in zona. Una sagra comunque nel segno della solidarietà che vuole guardare lontano, riflettendo sugli avvenimenti del 24 luglio 2007, ma pensando a ricostruire e ridare fiducia a quanti credono nella ripresa di un'economia che ha risentito del danno d’immagine subìto dal Promontorio a causa dei devastanti incendi che per ore e ore seminarono dolore e distruzione.

"Per non dimenticare" dunque, ma soprattutto rialzare la testa e riscoprire, se mai ce ne fosse ancora bisogno, che «Peschici è viva, pronta ad accogliere i suoi ospiti con la simpatia e generosità di sempre», come recita un cartello affisso per le vie cittadine.

La sagra - organizzata dal locale "Comitato marineria" che si è avvalso della collaborazione di numerosi cittadini e commercianti – prevede l’allestimento in Corso Garibaldi e nel Centro Storico di stand dove sarà possibile “assaporare” il pescato locale. Per partecipare alla degustazione i visitatori devono fornirsi di un biglieto del costo di 2 euro. Il totale dell’incasso sarà destinato alla ripiantumazione dei pini danneggiati dalle fiamme di un anno fa.

Sui banchi degli stand, accanto al pesce, una vasta rappresentanza dei prodotti tipici del Gargano, il tutto accompagnato dalla musica di vari gruppi peschiciani che ravviveranno l'atmosfera nei pressi di ogni stand. «La voglia di dar vita alla manifestazione - spiega il neo consigliere comunale delegato al turismo, Vincenzo De Nittis – è nata dal bisogno di rilanciare paese e territorio. Un paese in festa contribuisce a dare fiducia agli operatori del settore e agli ospiti».


 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 874

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.