Testa

 Oggi è :  11/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

23/01/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

ALLA RICERCA DI UN NUOVO LOOK

Clicca per Ingrandire Il Comune di Roseto Valfortore ha pubblicato il bando relativo a “Lavori di recupero di via Piazza Vecchia e della viabilità principale del centro storico”. L’intervento interessa la preesistente pavimentazione e i sotto-servizi. La pavimentazione in cubetti di porfido sarà rimossa e sostituita con una nuova superficie calpestabile in pietra d’Apricena e in pietra locale. Sarà ripristinata l’originaria pavimentazione del centro storico e verranno inoltre realizzate una conduttura interrata per la raccolta delle acque piovane e una per il convogliamento dell’energia elettrica che alimenta la pubblica illuminazione.

Attualmente, il centro storico si presenta con pavimentazioni formate da diversi materiali e caratterizzate da avvallamenti e deformazioni che determinano il ristagno di acque superficiali. Con l’intervento previsto, per un investimento che ammonta a circa 230mila euro, l’Amministrazione comunale intende dare continuità all’opera di riqualificazione del centro storico rendendo uniforme il ripristino delle originarie pavimentazioni. Nel 2010, infatti, interventi dello stesso tipo sono stati attuati in Largo Mercato, piazzetta Delfina e Largo Monsignor Caggese, tre aree nelle quali sono state sistemate pavimentazioni, marciapiedi e reti di distribuzione di acqua e gas.

L’obiettivo è riqualificare gli spazi creando nuove opportunità funzionali. L’esempio migliore, in tal senso, è il recupero dell’area in cui ormai da diversi anni è attivo l’anfiteatro all’aperto (foto del titolo; ndr), un luogo che dalla primavera si trasforma in centro d’interesse per iniziative musicali e teatrali. Il perimetro del centro storico sarà interessato, inoltre, dal piano d’intervento denominato “Le piazze della pace e della natura”. È questo il titolo del progetto presentato alla Regione Puglia dal Comune rosetano e altri cinque Municipi dei Monti Dauni. Del gruppo dei sei paesi individuati come “Borghi della natura” fanno parte anche Biccari, Carlantino, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore e Volturara Appula. La Regione Puglia ha promosso il progetto stanziando due milioni di euro per la sua concreta realizzazione.


 Uff. Stampa Comune Roseto V.

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2056

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.