Testa

 Oggi è :  18/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

29/05/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

VOLETE CONOSCERE IL MIGLIOR "CHEF EMERGENTE" DEL MERIDIONE? VENITE A PESCHICI

Clicca per Ingrandire Scoprire, per vie traverse e ce ne dispiace, che l’amico di tuo figlio e, ancora prima, il figlio degli amici Franco e Pinella, ristoratori doc alla cui tavola ci siamo “rimpinzati” leccandoci i baffi (noi) e labbra mento e punte di naso e dita (la consorte), viene eletto “Miglior chef emergente del Sud”, bè, la soddisfazione non può che essere doppia, tripla, decupla! Auguri, stra-auguri quindi a Domenico Cilenti, lo chef del ristorante “Porta di Basso”, nel cuore del Centro Storico di Peschici, il micione ronfante che non alza mai la voce, non catechizza, non s’attende smancerie complimentose, marcia a testa bassa facendo tintinnare i calici del vino che solo lui sa abbinare al piatto che ti sciorina davanti con la non-chalance del cuoco più medagliato. E non ha neanche 40 anni, anzi li vede da lontano.

Delle sue origini conosciamo praticamente tutto. Lo ricordiamo in calzoncini corti compiere scorribande in paese per la disperazione dei genitori, impegnati a consumarsi dinanzi ai fornelli, poi, via via, inquadrato il suo personale futuro, mettere a frutto l’eredità genetica di madre e padre, e inventare, fantasticare, creare, tirar fuori dalla sua cucina piatti con la stessa sicumera con cui il più famoso pittore li svelle dal proprio atelier per darli in pasto alla critica, al pubblico.

Darli in pasto, un modo di dire, per l’artista del pennello, un non-modo-di-dire per il folletto scapricciato che non sai mai cosa ti propinerà. Per scoprirlo non c’è che rendergli visita nel suo “atelier” appollaiato sulla Rupe più fascinosa del mondo, seduti accanto a un vetro al di là del quale non c’è che cielo, mare - un mare molto lontano da te, molto al di sotto di te, oltre novanta metri - e un orizzonte che non sai se potrai mai raggiungere perché i tuoi occhi non sono lì, su quella linea immaginaria che segna il confine tra terra e spazio, ma nel piatto che a sorpresa ti ha fatto scivolare davanti, nel quale non sai se tuffarti o scaricare una serie micidiale di flashes dalla tua digitale, se azzardarti a renderlo a te più familiare - mangiandotelo, ovviamente - o genufletterti e cadere in adorazione profonda, mistica.

“Gamberi dell'Adriatico con cicoriella selvatica e sale alla vaniglia con pane bruschettato in cartoccio” e “Zuppettina di cipolla giovane con gaspacho di pomodori e insalatina dell'orto” sono i piatti con i quali ha vinto in quel di Napoli al “Cooking for Wine” inserito nell'evento fieristico “Vitigno Italia”. Rileggete le intitolazioni, una due dieci volte e ogni volta scoprirete, a uno a uno, quanto di Sud ci sia in queste leccornie, quanto di pugliese c’è in queste minestre, quanto di garganico c’è in queste pietanze, fino ad arrivare a comprendere quanto di Peschiciano ci sia in queste invenzioni. Non affrettatevi nella lettura, gustate le parole singolarmente e sentirete in bocca ciascuno degli ingredienti che Domenico ha proposto a chi, giustamente, lo ha eletto “Chef Emergente”.

Ogni altro discorso è zero se non si prova, almeno una volta nella vita, un piatto di Mr. Domenico Cilenti.

PS – Non è uno spot pubblicitario e nessuno ci ha pagato.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1209

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.