Testa

 Oggi è :  22/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

09/01/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

A RISCHIO ALTRI POSTI DI LAVORO A MONTE?

Clicca per Ingrandire Al Centro Commerciale della città dell’Arcangelo non tira aria di tranquillità per i lavoratori che scrivono al sindaco Ciliberti attraverso la redazione di “ilmontenews”. “Non mettiamo a repentaglio la serenità acquisita da queste famiglie”

“A volte sembra che il sindaco di Monte Sant’Angelo, Ciliberti, non dia il giusto peso ai problemi della gente, anzi si nota una certa sordità mista ad atteggiamenti di leggerezza, come se i problemi sociali fossero solo di chi ce li ha. Una nuova vertenza è in atto. Qualche lavoratore del Centro Commerciale ci ha esposto, le proprie paure, riguardo al posto di lavoro che attualmente occupa presso la struttura. Fatto questo, che ci ha lasciati molto perplessi, allora abbiamo deciso di informarci sul perché di queste paure.

“Interpellando i responsabili del Centro Commerciale, abbiamo appurato che il sindaco non ha ancora dato la disponibilità dell’apertura domenicale al centro, come invece era accaduto gli anni scorsi, e non si comprende se ha l’intenzione di farlo (l’ordinanza scade ogni 31 dicembre). Cosa è cambiato dagli anni scorsi a oggi? Come mai il sindaco non fa l’ordinanza? Sempre ad ascoltare i ben informati, ci è stato detto che una delle associazioni di categoria non è del tutto d’accordo al rilascio dell’autorizzazione quindi, facendosi intimorire, il sindaco sta mettendo a rischio posti di lavoro, poiché diminuendo il numero dei giorni di apertura, ci sarà bisogno di meno personale nella struttura, con le conseguenze che sono ovvie.

“Inoltre, ci chiediamo: questo problema non si ripercuoterà anche sugli esercizi commerciali presenti nella nostra città poiché il divieto, se non sarà rimosso, riguarderà tutti? La paura dei lavoratori del Centro Commerciale a nostro avviso trova valida giustificazione. In un momento di grave crisi, il sindaco non aggravi ulteriormente la situazione, forse sarebbe il caso di incentivare, non di bastonare la già carente situazione occupazionale che stiamo vivendo. Egregio signor sindaco, lei quando vuole sa fare pertanto, a nome di questi lavoratori che ci hanno interpellato le chiediamo di mettere intorno a un tavolo, tutte le parti interessate e tenti di risolvere il problema, anche perché a sentire le varie componenti della sua giunta, sembrerebbe che gli altri sono d’accordo nel non perdere altri posti di lavoro

“Diamo qualche certezza ai lavoratori del Centro, molti dei quali al momento della sua elezione sono stati protagonisti della “sua” vittoria, non mettiamo a repentaglio la tranquillità acquisita da queste famiglie. Se qualche associazione di categoria datoriale la intimorisce, la faccia uscire allo scoperto, si preoccupi di fare da mediatore: si preoccupi dei suoi cittadini. Nessuno griderà allo scandalo se lei non farà perdere posti di lavoro.

“Non firmiamo questo articolo per non dare adito a strumentalizzazioni di sorta, diciamo che l’articolo è scaturito dalla società civile di Monte S. Angelo, già preoccupata per la grave situazione in cui versa la nostra bella città. Come noi tante altre persone sono preoccupate perché questa crisi farà altri danni, allora per quanto è possibile limitiamo le situazioni incresciose.”



 ilmontenews.it

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1031

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.