Testa

 Oggi è :  21/08/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

08/01/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

MANFREDONIA DIVENTERÀ LA CULLA DELLA DANZA POPOLARE

Clicca per Ingrandire Finalmente nasce a Manfredonia la prima Accademia di danza e musica popolare (foto del titolo, focus manifesto; ndr) a cura del M.tro Michele Mangano di Monte Sant’Angelo e dell’Associazione “La Bella Cumpagnie”, riconosciuta nella sezione danza da Regione Puglia e Ministero Beni e Attività Culturali, in collaborazione con World Dance Alliance Europe Unesco e Ministero Beni e Attività Culturali-Spettacolo dal vivo.

Chiunque volesse iscriversi potrà farlo direttamente lunedi 10 gennaio, data d’inizio corsi, munito di certificato medico, presso la sede dell’Istituto Scolastico “San Lorenzo Maiorano” sito in Via Coppa del Vento n. 3 – trav. di Via G. Di Vittorio, nei pressi dell’ex Mattatoio, a partire dalle ore 17. Giorni e orari previsti per i corsi saranno i seguenti:
lunedi e mercoledi – bambini e ragazzi, dalle 17 alle 18;
lunedi e mercoledi – ragazzi e adulti, dalle 20.30 alle 21.30.

Per cominciare si partirà con corsi di danza popolare del Sud Italia, fra cui tarantelle, pizziche, salterelli e tammurriate, partendo dalla tradizione per poi conoscere le varie e possibili contaminazioni. Successivamente la corsistica si arricchirà con corsi di tamburo a cornice, chitarra battente, castagnole e, per le danze, corsi di flamenco e danze del Mediterraneo. L’idea nasce dal M.tro Michele Mangano che oggi può essere annoverato in quella ristretta cerchia di artisti che più di tutti stanno contribuendo a far conoscere, a livello nazionale e internazionale, il ricco patrimonio della cultura popolare centro meridionale.

“Ritengo - afferma il maestro - che la tarantella sia una vera forma d’arte, e come tale ‘insegnabile’ ed ‘esportabile’, cioè rappresentabile come evento musicale in ogni luogo e in tutto il mondo, come avviene normalmente per il flamenco, il fado e altre danze, e infine ‘contaminabile’, cioè suscettibile di assumere nel suo ambito dosate influenze di altre culture musicali e nuovi modelli espressivi. La tarantella può sopravvivere al di fuori dei musei del ricordo solo se diventa materia viva.

“La tarantella - aggiunge - è molto indicata anche per la terza età, naturalmente rispettando i ritmi e le esigenze fisiche proprie di ognuno. L’attività fisica infatti allunga la vita, tiene vivo l’intelletto, favorisce il buon funzionamento degli organi interni e soprattutto è un ottimo antidepressivo. Il movimento nella terza età è elaborato per aiutare a favorire la flessibilità, la capacità motoria e la correttezza posturale di persone che con l’avanzare dell’età sono meno sciolte nei movimentì. Per cui invito anche gli anziani a iscriversi ai nostri corsi per ritrovare una buona forma fisica in maniera piacevole, divertente e soprattutto che aiuti tanto il corpo quanto la mente!”

Michele Màngano, ormai con esperienza trentennale nel settore, fu il primo a portare nel Gargano le lezioni di tarantella. Già nel lontano 1992 partì con la scuola a Carpino per poi abbracciare tutti gli Istituti Scolastici garganici. Oggi collabora attivamente con la Scuola come unico Esperto esterno per progetti PON, con tutte le dovute competenze nell’ambito dell’insegnamento della coreutica della danza popolare. Grazie a lui e all’Associazione “La Bella Cumpagnie” i laboratori di tarantella sono stati esportati a New York, tra i figli degli emigranti italiani lì residenti, dove oggi esiste una vera e propria scuola di danza popolare e dove Mangano si reca periodicamente per consentire ai ragazzi di avanzare nella conoscenza di danza e musica tradizionale del sud Italia. Quest’anno Mangano si è recato a New York (foto 1-2 sotto) e ha incontrato il direttore della Alvin Ayley American Dance Theatre, Yvette Campbell, allo scopo di instaurare future collaborazioni con la famosissima scuola americana per gli studenti dell’Accademia di Mangano, creando veri e propri seminari.

A Manfredonia i corsi saranno tenuti da lui per quanto riguarda le danze Pugliesi, mentre si avvarrà di altri esperti per i laboratori di musica popolare e di danze del Mediterraneo. Tutto terminerà con uno stage finale. “Voglio fare di Manfredonia - continua il maestro - l’epicentro della danza popolare. Cominceremo con le nostre danze del sud Italia per poi continuare con le danze dei Paesi del Mediterraneo e non solo. La danza, dunque, per il benessere fisico e mentale ma anche con una connotazione altamente culturale. I nostri giovani devono riappropriarsi delle proprie radici per poter poi confrontarsi col resto del mondo, perché Manfredonia è sempre stata crocevia di popoli e tradizioni! E poi, facendo riferimento a una ricerca fatta dal collega Franco Rinaldi sull’opera di fra’ Michelangelo Manicone di Vico del Gargano, “La Fisica Appula”, risulta che a Manfredonia già nel ‘700 si ballava e cantava la tarantella. Vi aspettiamo quindi - conclude - lunedi 10 gennaio con abbigliamento e scarpe comode e tanta voglia di movimento!”

Per ulteriori info: labellacumpagniefolk@libero.it oppure manganomichele@email.it - tel. 349.69.53.448

 Ufficio Stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 376

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.