Testa

 Oggi è :  21/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

22/12/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

CONSIGLI NATALIZI PER INDECISI E SPROVVEDUTI

Clicca per Ingrandire LA TAVOLA DI NATALE = Il Natale è una festa speciale da passare in compagnia delle persone care, in famiglia o con gli amici. Per trascorrere questa occasione in allegria, la tradizione vuole che i festeggiamenti vengano onorati intorno a una tavola vestita a festa. Anche se non esistono regole precise, ecco alcuni suggerimenti su come apparecchiarla e decorarla con gusto e semplicità.

Iniziamo dalla tovaglia. E’ consigliabile scegliere il classico rosso, il bianco o il verde, oppure unire due colori come argento e blu, o dorato e blu, o rosso e dorato. Se scegliamo la tovaglia tinta unita, mettiamo i tovaglioli che contrastino. Leghiamo il tovagliolo con un nastrino dorato o argentato nel quale incastreremo un pezzetto di ramo di abete e una piccola pallina dell’albero.

I tovaglioli possiamo piegarli a forma di candela (pieghiamo in due metà imperfette il tovagliolo, in diagonale, in modo che un triangolo sia più piccolo dell’altro; arrotoliamolo in modo che un lembo si infili all’interno dell’altro e in modo che il triangolo più piccolo rimanga all’esterno) e metterli accanto ai bicchieri o arrotolarli all’interno del bicchiere.

Si possono utilizzare delle decorazioni senza sovraccaricare la tavola di fiori, ornamenti, candele ma sfruttando al meglio i simboli natalizi. Sistemiamole in pochi punti, magari le candele e i fiori al centro. Se avete il tempo potete personalizzare la tavola con oggetti fatti da voi. Un centrotavola dedicato a questo particolare giorno di festa può essere realizzato con qualche rametto d’abete, qualche pigna dorata, delle foglioline d’agrifoglio legate insieme da nastrini. Un’idea che crea atmosfera sono le candele galleggianti in un vaso in vetro con sassolini sul fondo. Se volete mettere dei fiori al centro della tavola, prendete quelli freschi. I segnaposto sono facoltativi, ma vanno scelti in base allo stile e ai colori della tavola.

I piatti più adatti sono quelli di classica porcellana, con sottopiatti colorati e abbinati al colore della tovaglia. Le posate, anziché essere allineate vicino al piatto, si possono adagiare su di esso, legate insieme con un nastro in armonia coi colori di base che avete scelto. Come apparecchiare? Le regole sono poche e precise. I piatti devono essere posizionati in modo asimmetrico, le forchette vanno a sinistra e devono essere tante quante le portate. Potete anche aggiungere in seguito le posate mancanti, per non ingombrare troppo la tavola.

Il coltello va a destra e accanto, se c’è una minestra, va il cucchiaio. Accanto al piatto, dalla parte superiore, le forchettine per la frutta e il cucchiaio per il dolce. Disponete i bicchieri con fantasia, evitando di allinearli uno all’altro. Mettetene quanti sono i vini, oppure, come per le posate, potete aggiungerli quando servono. Servite le bevande nelle caraffe.

Consigli pratici: preparate in anticipo pane e grissini in una vaschetta. Il vino rosso deve essere aperto prima, quello bianco è meglio aprirlo all’ultimo minuto. Accanto al tavolo mettete il parmigiano grattugiato; bicchieri, posate e tovaglioli se all’occorrenza ci fosse la necessità di sostituirli; i flute o le coppe per lo champagne.


IL MENU DELLA VIGILIA = La tradizione vuole che per il cenone della Vigilia si portino in tavola pietanze “magre”, perché in origine l’attesa della nascita del Bambino Gesù era un momento in cui ci si asteneva dagli eccessi. I veri protagonisti dei nostri piatti saranno infatti il pesce e la verdura, alimenti ricchi di vitamine e sali minerali, che oltre a essere leggeri fanno bene alla salute. L’unico strappo alla regola? Il panettone fatto in casa, un dolce tipo che non può assolutamente mancare. Ecco allora un menu da gustare in famiglia, aspettando la mezzanotte e l’arrivo del Natale.

Antipasti
• Spiedini di cozze al rosmarino
• Insalata di mare
Primi piatti
• Spaghetti alla chitarra con pomodoro e tonno
• Spaghetti alle vongole
Secondi piatti
• Anguilla con lauro
• Insalata di capitone
• Pesce al forno
Contorni
• Insalata di broccoli conditi
• Frittelle in pastella
Dolce
Il panettone fatto in casa

MENU DI NATALE = Il pranzo di Natale è sempre un’occasione speciale, un giorno di grande festa. E’ tradizione festeggiare questa giornata insieme alla famiglia, che si riunisce attorno alla tavola per mangiare insieme deliziose pietanze e trascorrere momenti di gioia. Il Natale è anche il momento in cui, più di ogni altro, si torna ai sapori succulenti che affondano le radici nella tradizione contadina. Cappelletti in brodo, fettuccine al ragù e cappone ripieno sono solamente alcuni dei piatti che non devono mancare sulla tavola natalizia.

Primi piatti
• Cappelletti in brodo
• Fettuccine al ragù
Secondi piatti
• Cappone ripieno
• Arrosto morto lardellato
Contorni
• Carciofi alla romana
• Insalata d’ortaggi invernali
Dolci
• Struffoli

MENU DEL 26 = Dopo aver trascorso il Natale in famiglia può capitare di avere amici e parenti per il pranzo o la cena del 26 dicembre. Il galateo e il buon senso suggeriscono di non riproporre in tavola quanto avanzato dai festeggiamenti del giorno prima, ma niente vieta di riposarsi un po’, di sfruttare la fantasia e qualcosa di già pronto per confezionare piatti originali, semplici e gustosi.

Le tradizioni in giro per lo Stivale sono tante, allora vi proponiamo qualcosa di diverso per risparmiare tempo e soldi, guadagnare in salute e dedicare la giornata alle persone che vi stanno a cuore e che, talvolta, non vedete da tempo. Le lasagne vegetariane per esempio sono leggere e possono essere preparate anche un giorno prima della cottura. Le lombatine e il tortino di patate, invece, sono le pietanze giuste per non impazzire tra i fornelli. Mentre per chi ama recuperare quanto già cotto il giorno prima, non possono certo mancare le polpettine di lesso. E per finire dei meravigliosi datteri ripieni: semplici e ricchi di sapore. Non resta che scegliere un buon vino e portare tutto in tavola. Questo il menu completo.

Antipasto
Torta di patate
Primo piatto
Lasagne vegetariane
Secondi piatti
Lombatine al curry
Polpette di lesso
Dolce
Datteri ripieni

 intrage.it

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 9362

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.