Testa

 Oggi è :  13/08/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

13/12/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

FOGGIA E GARGANO CALCIO CADONO IN CASA

Clicca per Ingrandire Casillo (presidente del Foggia; ndr) porta a trenta euro il prezzo dei biglietti di tribuna est, gli ultras si spostano nel sotto tribuna e lo contestano per i primi dieci minuti. Poi Biancolino interrompe i cori con un gesto tutt´altro che sportivo. Lo stadio si imbufalisce e schiuma rabbia, come i calciatori del Foggia. Ma andiamo per ordine e partiamo con la cronaca dall´inizio. Al 3’ Kone prova il tiro dalla distanza: para centralmente il portiere. All’11’ il Cosenza va in gol fra le proteste del pubblico, probabilmente giuste. Santarelli afferra la sfera ma sbatte su Biancolino che con una mano gli toglie il pallone e segna. L’arbitro non vede e convalida. Lo stadio esplode, viene ammonito Santarelli che va a rimbrottare a muso duro il “pitone” (anche lui ammonito con Rigione). Lo stadio diventa una bolgia.

Tre minuti dopo, al termine delle proteste, il Foggia pareggia. Angolo dalla sinistra, il portiere non trattiene e Varga appoggia in rete. Al 15’ Biancolino lancia Roselli che solo davanti a Santarelli si lascia ipnotizzare. Al 19’ il Foggia reclama il rigore per un fallo su Varga, l´arbitro lascia continuare, l´ungherese protesta nei confronti dell´assistente e rimedia il giallo. Al 37’ Insigne cerca il tiro a giro di estro ma la sfera termina di poco a lato. Al 39’ il pubblico insorge ancora una volta contro la terna per un tocco in angolo di un difensore rossoblu ignorato dall’assistente. Al 43’ Mazzeo salta un avversario centralmente e calcia in porta di sinistro ma Santarelli para in due tempi e libera con l´aiuto di Insigne.

Senza cambi inizia la seconda frazione. Al 4’ st Matteini tocca la palla in rete in evidente posizione di fuorigioco ma l’assistente sventola la bandierina. Al 7’ Biancolino serve Mazzeo che entra in area e calcia di sinistro. Santarelli para a terra. Al 9’ Kone si beve in un sorso tre avversari sulla destra, arriva sul fondo e serve una palla deliziosa per Sau che prova il tap-in ma viene anticipato di un soffio da un difensore. Al 14’ il Foggia ci prova ancora con Insigne il cui tiro scagliato al limite risulta debole e fuori misura. Un minuto dopo ci prova Candrina ma i risultati non cambiano. Al 17’ ci prova Laribi dalla media distanza ma il portiere respinge. Al 18’ Varga scambia con Kone e calcia a botta sicura, ma la sfera sibila a lato del palo lontano della porta del Cosenza.

Un minuto dopo esce Candrina entra Salamon con l’arretramento di Kone sulla corsia di destra di difesa. Al 20’ viene sventolato il giallo ai danni del difensore Iozzia per un fallo a centrocampo. Al 22’ il Cosenza raddoppia. Iozzia cerca di spazzare ma colpisce Mazzeo che entra in area e serve centralmente Biancolino che non sbaglia. Al 29’ esce Burrai entra Palermo. Al 32’ il Cosenza sfiora il gol con Mazzeo che solo davanti al portiere spedisce la palla di poco a lato. Al 36’ esce Fiore entra Coletti. Al 39’ il Foggia chiede il rigore per una spinta da tergo su Sau ma l’arbitro lascia continuare. Al 41’ viene ammonito Coletti per aver allontanato il pallone. Al 42’ viene ammonito Laribi per un’evidente trattenuta all´altezza del centrocampo. Al 44’ esce Mazzeo entra Fiore Adriano. Al 49’ esce Roselli entra Essabr. Al 49’ l´arbitro fischia prima che si batta un angolo, non tenendo conto dell´ulteriore recupero per la sostituzione del Cosenza. Nelle proteste, a partita finita, c’è il giallo anche per Regini.


FOGGIA (4-3-3): Santarelli, Candrina, Regini, Burrai, Rigione, Iozzia, Varga, Kone, Sau, Laribi, Insigne. A disp.: Ivanov, Caccetta, Salamon, Thioye, Agostinone, Palermo, Cortese. All.Zeman
COSENZA (3-5-2): De Luca, Fogolari, Di Bari, Raimondi, e Rose, Matteini, Giacomini, Roselli, Biancolino, Fiore S., Mazzeo. A disp.: Galeano, Fanucci, Fiore A., Coletti, Essabr, Olivieri, Daud. All. Somma
ARBITRO: Aloisi di Avezzano (Pegorin - Servilio)
MARCATORI: 11´ Biancolino, 14´ Varga, 22´ st Biancolino
ANGOLI: 8-2
AMMONIZIONI: Santarelli, Varga, Rigione, Iozzia, Laribi (F), Biancolino, Coletti (C)
ESPULSIONI: nessuna
RECUPERO: 1’ pt, 4’ st

NOTE: Giornata di sole allo Zaccheria, terreno in non perfette condizioni, con molta sabbia.

Domenico Carella


LE “BATTUTACCE DI SANDRO

Oggi niente cronaca semi-seria, ieri non ho fatto in tempo e ora mi sembra un po’ tardi. Ne approfitto però per alcune battutacce e considerazioni semi-serie...

1. Domani Casillo illustrerà il progetto per lo Stadio nuovo. Si chiamerà “Aloisi”, in onore dell'arbitro di Foggia-Cosenza, che poserà la prima pietra e poi verrà gettato nel primo pilastro.
2. Dopo la partita di ieri l'US Foggia comunica che il prezzo del caffè, che prima veniva offerto gratuitamente all'arbitro, è ora di 30 euro.
3. Ieri dopo la partita sono tornato a casa incazzato nero pur essendomi impegnato al massimo non ero riuscito a dire all'arbitro e a Biancolino il numero di parolacce che si meritavano...
4. Io non so se Casillo farà o no uno Stadio nuovo. Se dovesse farlo spero sia bello pieno di tornelli, che ieri sono stato in coda per 50 minuti e sono entrato a partita iniziata... Vista la concentrazione di persone secondo me la prossima volta spunta qualche bancarella di panini, birre e magari cd di canzoni napoletane…
5. Ieri gli ultras hanno fatto cori contro Casillo, Maroni, Biancolino, Coletti... mancavano solo i cori per i calciatori del Foggia e poi era tutto ok...
6. Io non so se l’arbitro di ieri non ha visto o era in malafede, ma in ogni caso fossi in lui appenderei il fischietto al chiodo. E se può esserci del vero nel proverbio “voce di popolo, voce di verità” starei un po’ più attento a mia moglie...
7. Oggi, 13 dicembre, è Santa Lucia. Santa che ha fatto riavere la vista a molti ciechi, ma che ha già chiarito che con l'arbitro di ieri non ci può fare niente nemmeno lei...
8. Di fianco allo stadio nuovo Casillo vuole fare pure una Chiesa. Così almeno dopo aver bestemmiato allo Stadio ci possiamo andare a confessare...
9. “Arbitro, sei figlio di mille madri!” (Sentita ieri in Curva Sud.)
10. A casa Biancolino il figlio stava facendo l'albero di Natale ma lui gli ha fregato le palle. Nessuno in famiglia si è accorto di nulla. (Sat Bo x Foggbook)


LA CRONACA DI GARGANO CALCIO-CARAPELLE (0-1)

Terza sconfitta consecutiva per il Gargano Calcio che cade in casa contro il Carapelle (foto del titolo, azione di gioco; ndr). La squadra foggiana si impone per uno a zero, raggiungendo cosi il secondo posto in classifica. Per i garganici ancora una prova in chiaroscuro, a tratti senza mordente, con alcuni problemi soprattutto in fase offensiva. Mister Mendolicchio appronta alcune modifiche rispetto all'undici di domenica scorsa contro la Sanseverese. Debutto stagionale dal primo minuto per il portiere Soccio e il giovane Mastromatteo, schierato in attacco con Cardone e Scirpoli. Centrocampo affidato al trio Carpentieri, D'Aprile, Ranieri. Ancora assenti per infortunio Amoruso e Lannunziata.

Il gol che decide la gara arriva al primo minuto, sugli sviluppi di un calcio d'angolo concretizzato di testa da Magaldi che beffa la difesa garganica ancora con la testa nello spogliatoio. Al 5' proteste dei giocatori di casa per un fallo in area ospite su D'Aprile, ma l'arbitro non concede il penalty. Al 12' prima occasione garganica con Mastromatteo, ma Di Biase è lesto a ribattere il sinistro ravvicinato dell'attaccante peschiciano. La gara vive di poche emozioni, con sporadiche conclusioni come quella al 25' di Magaldi che di sinistro mette a lato. Al 30' seconda grande chance per il Gargano. Cardone, lanciato sul filo del fuorigioco, brucia la difesa avversaria ma a tu per tu col portiere manca il gol, facendosi ribattere la conclusione da Di Biase. Che occasione per il capocannoniere vichese!

Al 38' corner insidioso battuto da Ranieri, ma nessun compagno di squadra approfitta dell'indecisione del portiere carapellese. Il Carapelle non incide più di tanto ma rischia al 44' di raddoppiare grazie a un tocco involontario in mischia di Longo che spiazza Soccio. Per sua fortuna il pallone sbatte sul palo, tornando fra le braccia del portiere garganico. L'ultima conclusione del primo tempo è di Tattoli che ci prova da venti metri, centrale però la sua conclusione.

Il secondo tempo si apre subito con un'altra grande occasione per il Gargano: Mastromatteo conclude sul portiere dopo un grande assist di Cardone che taglia fuori l'intera difesa. Al 52' ci prova Ranieri con una delle sue punizioni potenti, ma il portiere è bravo a mettere in angolo. Tre minuti più tardi ci prova il Carapelle, ma il sinistro al volo di Magaldi, dopo un tiro cross di Tattoli, termina di poco fuori. Episodio importante al 57' quando Magaldi, già ammonito, simula in area Gargano in cerca di un rigore inesistente. Secondo giallo ed espulsione per l'attaccante carapellese. Al 59' ci prova ancora Mastromatteo, servito da D'Aprile (i migliori tra le fila garganiche), ma la sua conclusione termina di poco fuori alla destra del portiere ospite.

Il Carapelle, in dieci, prova a pungere in contropiede e al 63' va vicinissimo al raddoppio. Tattoli serve in verticale Fracasso che s’invola fra le maglie difensive, salta il portiere e conclude a botta sicura. Sulla linea salva in extremis Di Stolfo con un intervento alla disperata. Al 64' primo cambio in casa garganica, con l'esordio dell'ultimo acquisto Liberatore che prende il posto di Scirpoli. Al 65' è il Carapelle a rischiare l'autogol, con Contillo che sbaglia il retropassaggio verso Di Biase. Intervento decisivo di Delli Carri che chiude su Carpentieri pronto a ribadire in rete. Al 69' esce capitan Ranieri, al suo posto Fittipaldi.

Al 73' calcio di punizione sull'out sinistro dell'area di rigore ospite. Ranieri batte, trovando lo stacco puntuale di Cardone che manda in rete. Sarebbe il gol del pareggio, ma il direttore di gara vede un fuorigioco dello stesso Cardone in area di rigore. Molto dubbia la decisione del direttore di gara che scatena le proteste dei garganici. Questa sarà l'ultima occasione della gara, che terminerà dopo sei minuti di recupero. Da registrare altre due espulsioni nei minuti di recupero con Tattoli e Fittipaldi, entrambi espulsi per gioco pericoloso. Ultimo impegno per il Gargano Calcio, prima della pausa natalizia, domenica prossima ancora in casa contro la Nuova Daunia.

IL TABELLINO
GARGANO CALCIO: Soccio, Di Stolfo, Carretto, Carpentieri (De Nittis dall'85'), Martella, Longo, Scirpoli (Liberatore dal 64'), Ranieri (Fittipaldi dal 69'), Cardone, D'Aprile, Mastromatteo A. .
A disposizione: Lo Campo, Di Fiore, Mastromatteo M., Pirro. Allenatore: Romeo Mendolicchio.
Migliore in campo: D'Aprile
CARAPELLE: Di Biase, Contillo, Rizzelli (Marseglia dal 78'), Capocasale, Delli Carri, Compierchio G., Fieramonte, Fracasso, Compierchio P. (Macajone dal 92'), Tattoli, Magaldi.
A disposizione: Mansolino, De Ninno, Mascia, Ghezza, Faretra. Allenatore: Ciccone.
Migliore in campo: Delli Carri
MARCATORI: 1' Magaldi (C)
AMMONITI: Di Stolfo, Carpentieri, Longo, Ranieri, Cardone (GC); Compierchio G., Compierchio P. (C).
ESPULSI: Fittipladi (GC) per gioco pericoloso; Magaldi (CA) per doppia ammonizione, Tattoli (C) per gioco pericoloso.

Francesco Romondia (Ufficio Stampa Usd Gargano Calcio)


Risultati della 13ª giornata - 12/12/2010
Atletico Foggia - Audace Barletta 1-2
Celle di San Vito - Sanseverese 2-2
Gargano Calcio - Carapelle 0 – 1
Giovinazzo - Arpifoggia 1-1
Molfetta Sportiva - Apricena 3-2
Ordona Calcio - R. Castriotta Manfredonia 1-0
San Giovanni Rotondo - Nuova Daunia 2-1
Stella Rossa Bisceglie - Atletico Bovino 0-3

Prossimo turno 14ª giornata - 19/12/2010
Apricena - Atletico Foggia
Arpifoggia - Stella Rossa Bisceglie
Atletico Bovino - Ordona Calcio
Audace Barletta - Giovinazzo
Carapelle - Celle di San Vito
Gargano Calcio - Nuova Daunia
R. Castriotta Manfredonia - San Giovanni Rotondo
Sanseverese - Molfetta Sportiva

Classifica
30 Atletico Bovino
28 Carapelle
27 San Giovanni Rotondo
26 Apricena
23 Gargano Calcio
23 Molfetta Sportiva
23 Ordona Calcio
21 Atletico Foggia
19 Sanseverese
16 Audace Barletta
10 Giovinazzo
9 Celle di San Vito
9 Nuova Daunia
9 R. Castriotta Manfredonia
9 Arpifoggia
5 Stella Rossa Bisceglie


 OndaRadio + Ufficio Stampa + Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3000

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.