Testa

 Oggi è :  20/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

25/11/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

25 NOVEMBRE: GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Clicca per Ingrandire Il 25 novembre in tutto il mondo si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne istituita dalle Nazioni Unite il 1999. C’è chi ritiene che la violenza sia relegata a forme di cultura diverse e a paesi “terzi”, poveri e non civilizzati. Che sia un problema delle donne e che sarà risolto, prima o poi, dalle donne. Per questo serve una giornata di sensibilizzazione, perché è dimostrato, ed è evidente nonostante gli stereotipi imposti, che la violenza contro le donne è un fenomeno endemico della società. Si chiama “violenza di genere” e coinvolge tutti i Paesi e tutti i Continenti in modo trasversale.

Nei paesi industrializzati, come quelli in via di sviluppo, vittime e loro aggressori appartengono a tutte le classi sociali o culturali, a tutti i ceti economici. Sulla libertà “concessa” alle donne si gioca il progresso culturale, in ogni tempo e a ogni latitudine. Costrette all’ignoranza per evitare una pericolosa presa di coscienza, schiavizzate nella tratta per scopi sessuali alla mercé di tutti i popoli, dal Nord al Sud del mondo, usate come merce di scambio nei viaggi della speranza, usate come armi da guerra nello stupro etnico. Un dato banale ma che viene spesso ignorato: le donne sono la metà del genere umano.

La violenza contro le donne non è violenza contro un gruppo etnico, contro un Paese, contro un diritto fondamentale, è un crimine contro l’umanità. Per l’occasione presentiamo l’ultimo libro di Fabrizio Mastrofini, sul tema della tratta. “InTRATTAbili” - Lo schiavismo a fini sessuali, di Fabrizio Mastrofini. Secondo l’ultimo rapporto Onu, 140mila donne in Europa sono vittime della tratta di esseri umani finalizzata alla prostituzione. Un fenomeno che interessa tristemente anche l’Italia. L’autore, giornalista, traccia un quadro della situazione: racket presenti in Italia, i percorsi della tratta, il quadro normativo e le zone grigie della legge, le testimonianze delle vittime sfuggite agli sfruttatori e le azioni di contrasto delle associazioni di volontariato. Un libro per ricordare innanzitutto che le vittime della tratta sono “vittime”.

Donne costrette alla prostituzione in strade isolate o sotto lo sguardo indifferente dei passanti nelle grandi vie di comunicazione e nelle fermate degli autobus. Soggiogate da un sistema di sottomissione articolato che va ben oltre la maman o il protettore, ma mescola il potere della criminalità internazionale alle minacce di ritorsioni verso la famiglia d’origine e l’asservimento psicologico provocato dall’ossessione dei riti vudu. Mastrofini analizza la situazione, descrive il quadro legislativo di sostegno e rileva l’inefficacia delle misure di contrasto che colpiscono la vittima piuttosto che il carnefice.

Raccoglie l’esperienza dei volontari che operano nel settore e rende merito alle numerose associazioni di volontariato che in collaborazione con la Caritas, ai centri comunali e parrocchiali sostengono l’attività delle procure ordinarie e antimafia nella lotta alla tratta. Fra i personaggi e gli enti che appaiono nel libro anche suor Eugenia Borsi, responsabile dell’ufficio Tratta dell’Usmi (Unione nazionale superiori maggiori) che racconta come la chiave del successo sia lavorare in rete. “I trafficanti sanno lavorare in modo transnazionale” afferma “e noi dobbiamo essere alla pari”.

L’Usmi raccoglie 90mila religiose di oltre 600 congregazioni ed è strettamente collegata a vari comitati di religiose presenti nei Paesi di origine delle donne schiave con l’obiettivo di stabilire uno scambio di informazioni reciproco, monitorare il fenomeno su più fronti e ideare valide strategie di intervento.

Monica Martinelli

 Ufficio Stampa Emi

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2771

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.