Testa

 Oggi è :  26/01/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

15/11/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

FINALMENTE IL FOGGIA CHE VUOLE ZEMAN

Clicca per Ingrandire Arrivo allo Stadio già stanco, stamattina (ieri per chi legge; ndr) sveglia presto per andare a raccogliere le olive nella campagna del suocero. Dopo aver capito il lavoro che c’è dietro un litro d’olio, da domani mangerò ancora più scondito… Zeman rivoluziona la formazione, ma ancora una volta la prima cosa che noto sono le scarpe di Kone. Ma dove le compra? Secondo me sta cercando di lanciare una sua linea d’abbigliamento che, sia chiaro, se è così io non comprerò mai. Altra nota di colore (nel vero senso della parola): ma a Santarelli non potevano dare un pantaloncino abbinato alla maglia? Quello rosso-nero non “c’accocchia” niente…

Oggi in curva c’è qualche radiolina in più del solito, ma stavolta più che della serie A è colpa della Ferrari. Alla fine Alonso perderà per via di una tattica troppo difensivista: servirà uno Zeman anche a Maranello? Inizia la partita, la Ternana è tutta chiusa in difesa e i rossoneri faticano a trovare spazi. Dietro di me il solito rompi-palle commenta “ormai il gioco di Zeman lo conoscono tutti, lo vedi come ci aspettano in difesa?” Quello della settimana scorsa aveva detto “ormai il gioco di Zeman lo conoscono tutti, lo vedi come ci pressano a tutto campo?” Chissà se sono parenti…

Per sbloccare servirebbe un guizzo, e arriva da Agodirin, da alcune settimane il mio calciatore preferito, che in un’azione per nulla pericolosa ruba il tempo al portiere e si fa commettere fallo da rigore. Insigne trasforma ed è 1-0. Si arriva alla fine del primo tempo senza grosse emozioni, passa il tizio del Borghetti, oggi quota 2 euro, se insisti un po’ te ne propone 3 a 5 euro, ma nessuno del gruppo tira fuori i soldi per offrire a tutti, e così il tizio passa avanti.

Inizia il secondo tempo e subito Burrai mette Sau tutto solo davanti al portiere avversario, il nostro capocannoniere non sbaglia e siamo 2-0. Si assapora aria di goleada, ma a riaprire la partita ci pensa l’arbitro, che espelle Palermo per un fallo meno cattivo di tanti altri commessi dai rossoverdi, e a risolverla ci pensa Zeman, che invece di inserire un difensore preferisce un centrocampista offensivo come Agostinone, così la squadra resta alta e continua a fare paura in contropiede. Tutti si aspettavano che avanzasse Kone a centrocampo.

E’ proprio da un contropiede innescato da un recupero di Agodirin che Agostinone riesce a segnare il gol del 3-0 e poi fa il gesto più bello della domenica andando a esultare sotto la foto di Salvatore Capocchiano, giovane calciatore foggiano scomparso alcuni giorni fa. Il sigillo finale lo mette Kone, schierato da Zeman per la prima volta in difesa (vuoi vedere che abbiamo trovato il terzino destro?) che segna di testa dopo una bellissima azione con Agodirin e Burrai. Finisce 4-0, vittoria e spettacolo: è quello che ci aspettavamo dal boemo.

Sandro Simone

 benfoggianius.blogspot.com (foto Mariano Russo)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1584

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.