Testa

 Oggi è :  26/01/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

13/11/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

ASPETTANDO IL MORTO!

Clicca per Ingrandire “E' un momento nero per le strade di Monte Sant’Angelo!” Questa è l’affermazione che abbiamo raccolto fra gli abitanti della città angioina. Il 12 scorso, verso le 20 in via Ruggero Bonghi, l’ennesimo incidente stradale che a dir poco poteva avere un epilogo peggiore e per fortuna non ha causato qualche vittima. A distanza di pochi anni da una strage che ha segnato la coscienza degli abitanti di Monte Sant’angelo con l’incidente verificatosi in località “Olmo”, di cui tutti conosciamo i retroscena, sembra ancora non aver inciso nel cuore dei ragazzi “bulletti” del quartierino la parola sicurezza e senso di responsabilità, tanto da continuare a dimenarsi con le proprie autovetture ad alta velocità fra vicoli e strade del centro abitato.

Anche se spesso - per fortuna, aggiungeremmo - non ci scappa il morto o il ferito grave, sono tanti gli incidenti che capitano quotidianamente per le vie della città. Incidenti che portano gente al pronto soccorso e creano disagi alla circolazione. Il problema delle strade quindi non deve emergere solo quando qualcuno perda la vita, ma ogni giorno, soprattutto nelle strade urbane… E qui viene fuori la responsabilità amministrativa. E’ da diversi anni che chiediamo alle varie Amministrazioni comunali un intervento sulla sicurezza stradale perché soprattutto nel periodo estivo, con l’aggiunta alla normale circolazione delle autovetture, c’è quella delle moto e in quel momento le strade di Monte Sant’Angelo diventano per i pedoni impercorribili.

Una città, quella garganica, dove ognuno parcheggia o passa in divieto d’accesso come e quando vuole, e corre per strade senza alcun controllo, rimarcando l’assenza di vigili urbani e forze dell’ordine in genere ma, ancora di più, l’inesistenza di un piano di sicurezza stradale. Diversi i deterrenti per invogliare i cittadini a un maggiore senso civico e rispetto delle regole (dossi artificiali, telecamere, multe, e via elencando) ma questa discussione ovviamente la lasciamo ai nostri amministratori. Ai quali vogliamo lanciare un appello, avendo più volte promesso interventi su questo tema: i cittadini sono stanchi di subire, vogliono risposte concrete e non promesse.

Vittorio De Padova



 newsgargano

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 853

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.