Testa

 Oggi è :  19/07/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

27/05/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“NIUNA NUOVA, BUONA NUOVA”: TACCIONO CLUB AIR ED ENAC

Clicca per Ingrandire “Niuna nuova, buona nuova” sentenziavano i nostri vecchi. Sarà così anche per la vicenda di Club Air che sta diventando un autentico tormentone? Sta per scadere un altro giorno e le notizie da Roma che abbiamo atteso per l’intera giornata non sono arrivate. Le ricordiamo: Enac (l’Ente nazionale aviazione civile il cui presidente, Vito Riggio, vediamo nella foto) e vettore hanno in programma un incontro per accettare, il primo, e comunicare, il secondo, la ricapitalizzazione della compagnia aerea da cinque a otto milioni di euro.
Abbiamo superato le 24, siamo con un piede nella giornata di martedì e le comunicazioni con entrambi i partecipanti al summit si sono praticamente interrotte. I nostri mezzi a disposizione non ci consentono fino a questo momento di entrare in contatto con almeno uno dei “contraenti”.

Prima di passare alle vicende che hanno avuto oggi come protagonista Club Air, ricapitoliamo la vicenda. Club Air aveva operato negli ultimi mesi con una licenza provvisoria rilasciata il 25 luglio del 2007 da ENAC, dopo un primo periodo di sospensione, e prorogata una prima volta il 31 gennaio 2008 e una seconda volta il 31 marzo 2008 fino alla data del 27 maggio 2008 sulla base degli impegni assunti dalla compagnia per adempiere agli obblighi richiesti dall’Ente relativi al riequilibrio finanziario e operativo della società stessa. All’esito di varie riunioni, del monitoraggio e dell’istruttoria finale condotta delle strutture tecniche dell’Ente, nonostante le rassicurazioni prodotte nel corso di questi mesi, ad oggi il vettore non ha provveduto a risolvere la situazione finanziaria, né a presentare un business-plan fondato su assunti sostenibili, né alla preannunciata implementazione della flotta. A ciò si somma una serie inadempienze nei confronti sia dei fornitori che dei passeggeri. Alla luce di tutti questi aspetti e delle conseguenti ripercussioni sullo svolgimento regolare e affidabile dei servizi offerti agli utenti, l’ENAC non ha potuto che prendere atto del perdurare della crisi economico-finanziaria e organizzativa di Club Air SpA e non permettere la proroga della licenza provvisoria di vettore aereo. Scadenza, dunque, mercoledì 28.

E passiamo ai fatti di oggi. La giornata non è stata positiva per la compagnia che è ha vinto l’appalto succedendo alla ItAli AIRLINES a sua volta erede della Federico II: una quarantina di passeggeri sono rimasti a terra all’aeroporto foggiano Gino Lisa. Le loro destinazione sarebbero dovute essere Palermo, Roma e Milano, e invece voli sospesi subito dopo aver effettuato il check-in. “Gatta ci cova” diceva qualcuno, e intanto sono andati in fumo appuntamenti e incontri programmati dai mancati partenti. “Colpa della riunione romana” ha suggerito qualcun altro, e intanto bestemmiava come un turco. A parte tutto, comunque, non resta che aspettare.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 4313

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.