Testa

 Oggi è :  22/05/2022

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

23/10/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

PICCHETTO D”ONORE PER UCCIO ALOISI: I TAMBURELLISTI

Clicca per Ingrandire Lo aveva chiesto al figlio solo qualche giorno prima di morire. Quando sarebbe arrivata la sua ora, a Uccio Aloisi sarebbe piaciuto essere salutato dalle note della banda. E così è stato. In testa al corteo che lo ha accompagnato nel suo ultimo viaggio (ieri alle 15.30; ndr) c’erano proprio loro: le trombe e le percussioni di cui conosceva tutti i segreti. La passione dell’anziano cantore per il repertorio bandistico era uno dei suoi aspetti meno noti al grande pubblico ma sicuramente più caratterizzanti. L’amore per la musica andava ben oltre la magistrale interpretazione della tradizione popolare salentina.

Il suo cuore ha ceduto ieri sera (l’altro ieri per chi legge oggi; ndr), intorno alle nove e mezzo, mentre era a casa con la moglie Concetta. Debilitato prima da una operazione al femore e negli ultimi mesi da una serie di interventi sempre più delicati, Uccio Aloisi non ce l’ha fatta. E’ morto a 82 anni, in punta di piedi. Non c’era chissà quanta gente a tributargli l’ultimo saluto ma un folto gruppo di amici e semplici conoscenti che amavano Uccio per quello che era come persona più che per quello che rappresentava.

In prima fila, naturalmente, i compagni del gruppo con cui suonava da diversi anni: Domenico, Antonio e tutti gli altri. Lo hanno voluto portare a spalla, con la stessa tenerezza con cui lo coccolavano fra un concerto e l’altro. Perché Uccio era vulcanico, talvolta irascibile ma sempre generoso, tanto sul palco come nella vita. La sua umile casa è sempre stata aperta a tutti, studiosi, musicisti, semplici curiosi.

“L’eredità che ci lascia - ha commentato Sergio Torsello, direttore scientifico dell’istituto Diego Carpitella - è il patrimonio musicale nel quale si condensano i tratti essenziali dell’identità culturale di questa terra. Sia dal punto di vista musicologico sia da quello antropologico, la perdita che abbiamo subito è enorme ed è nostro dovere provare a valorizzare il suo lavoro e la sua passione”.

C’era anche il percussionista Antonio Castrignanò che proprio ascoltando Uccio Aloisi e Uccio Bandello ha mosso i primi passi della sua carriera. “Ho avuto l’opportunità di sentire da vicino - ha detto - tutte le sfumature che venivano fuori dalla musica e dal loro modo di essere. La pizzica così fortemente di impatto mi ha spinto a studiare la tecnica di esecuzione in cui notavo qualcosa di strano: Uccio Aloisi non iniziava mai ‘in battere’ ma sempre ‘in levare’, fino a metà strofa, diversamente da tutti gli altri. Credo fosse frutto del suo istinto e il risultato è stato straordinario perché il suo ritmo dava la sensazione dell’oscillazione”.

Confuso tra la folla anche Sergio Blasi, l’ex sindaco di Melpignano e padre della Notte della Taranta. “Uccio - ha ricordato - ha avuto in prestito una storia di amori, sofferenze, duro lavoro, di tutti gli elementi propri di una classe che attraverso la musica è salita sul palcoscenico della contemporaneità. Che fosse in una campagna a suonare oppure davanti alla marea umana del concertone, era in grado di rappresentare in maniera chiara la dignità di quella storia”.

Al termine della cerimonia i tamburellisti spontaneamente accorsi hanno formato una sorta di picchetto d’onore sul sagrato della chiesa dalla quale il feretro è uscito intorno alle 16.45.

G.D.G.


NB.
- Nella foto del titolo il cantore alla (sua) ultima “Notte della Taranta, agosto 2010.
- Alcune riprese del funerale al link http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=23491
- vedi anche in VIDEO della SETTIMANA.

 lecceprima.it (testo e foto)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2798

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.