Testa

 Oggi è :  21/08/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

08/10/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

GARGANO-MONTI DAUNI IN SINERGIA

Clicca per Ingrandire Una gestione integrata e sostenibile dei popolamenti forestali, l’utilizzo ecocompatibile delle biomasse agroforestali e la creazione di una filiera agro-energetica che vada dalla raccolta delle biomasse dei boschi fino alla produzione di energia termo elettrica per fornire a soggetti pubblici e privati il calore e il freddo a costi ridotti rispetto al metano e altri combustibili. Quelli appena elencati sono gli obiettivi principali del Pif (Progetto Integrato di Filiera) “Enerland Legno-Energia”, l’unico in Puglia a superare la seconda fase istruttoria per l’ottenimento dei necessari finanziamenti.

Ideato e promosso dall’omonimo consorzio con l’adesione, fra gli altri soggetti, di: Comune di Orsara di Puglia, Cooperativa orsarese “Ats Montemaggiore” e Spa “Sistemi Energetici” di Foggia, il progetto è sostenuto da Legacoop Puglia, Confederazione Italiana Agricoltori e Associazione Italiana Energia dal Legno e suscita l’interesse di cooperative agroforestali anche di regioni limitrofe e di diverse aziende agricole interessate alle colture arboree a rapido accrescimento, mentre per quanto riguarda enti e organizzazioni di categoria suscita l’interesse di: Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, Parco Regionale Bosco dell’Incoronata e numerosi Comuni - fra cui Peschici – che hanno aderito al Consorzio.

Il Piano Integrato di Filiera, dunque, può considerarsi lo start-up di un più ampio progetto di gestione integrata del territorio. L’ambizione è pervenire alla creazione di un ampio sistema di gestione sostenibile del territorio agroforestale che contestualmente:

- migliori le condizioni generali dei popolamenti forestali oggetto d’intervento, aumentandone il valore economico-produttivo;
- favorisca un ammodernamento tecnologico delle imprese forestali aderenti alla filiera, in particolare per quanto concerne la capacità di prima lavorazione e di stoccaggio;
- aumenti il complessivo valore aggiunto dei prodotti forestali, agevolando la loro commercializzazione;
- diversifichi le produzioni agricole delle imprese aderenti al Pif con l’impianto di colture agro energetiche che integrino le biomasse di origine forestale;
- fornisca agli utilizzatori finali biomassa da filiera corta, utilizzabile per la produzione di energia e calore.

 Uff. Stampa Comune Orsara di Puglia

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 280

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.