Testa

 Oggi è :  19/08/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

21/09/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

FOLK E ARTE: CONNUBIO FELICE

Clicca per Ingrandire Il 26 settembre, a Roma, nell’Alpheus si svolgerà il Concertone "La Festa della Taranta" nel corso della 7ª edizione delle Giornate dell’Arte, Campagna nazionale di raccolta fondi per il restauro dei beni culturali a rischio, promossa e organizzata dalla Fondazione “CittàItalia” in collaborazione con il Comitato per la Salvaguardia di Vereto, l'Associazione Culturale Carpino Folk festival e la Fondazione La Notte della Taranta sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il patrocinio di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dell’Unesco - Commissione nazionale Italiana, Upi, Anci e Rai.

Negli ultimi anni, come si sa, la Puglia ha conquistato l'interesse dei media nazionali per i due grandi eventi musicali di agosto legati alla musica di tradizione: La notte della Taranta di Melpignano nel Salento e il Carpino Folk Festival a Carpino nel Gargano. Ora questa Puglia musicale insieme per un concerto di beneficenza: "La Festa della Taranta" con i gruppi più rappresentativi della musica popolare pugliese per raccogliere fondi per il restauro dell'affresco di "San Paolo dei Serpenti" che si trova nella chiesa di Santa Maria di Vereto a Patù, nel Capo di Leuca.

Un affresco importante perché conserva una delle più antiche rappresentazioni di San Paolo nell'iconografia "popolaresca" che si riferisce all'antichissima credenza relativa alle capacità del Santo (e dei suoi "adepti") di curare gli effetti velenosi del morso di alcuni animali, tra cui i serpenti e gli scorpioni, da cui deriverà anche il patronato paolino sugli uomini e le donne "morse dalla taranta".

Un grande concerto con: Antonio Piccininno e i Cantori di Carpino, Malicanti, Mascarimirì (tradizionale) special "Uce de fimmina" Anna Cinzia Villani e il Canzoniere Grecanico Salentino. Apertura porte ore 20 - Inizio concerto: ore 21. Il concerto sarà preceduto da una breve presentazione di Brizio Montinaro e Sergio Torsello coordinati da Vincenzo Santoro, che si soffermeranno sulla storia di questa particolare iconografia di San Paolo e dell'affresco di Vereto.

ANTONIO PICCININNO E I CANTORI DI CARPINO = Antonio Piccininno, 94 anni, grande "albero di canto" della cultura tradizionale italiana, guida la storica formazione proveniente da Carpino, mitico borgo del Gargano famoso per lo straordinario e affascinante patrimonio di canti accampagnati dalla chitarra battente (le cosiddette "Tarantelle del Gargano"). Nel loro repertorio le suonate che Piccininno ha eseguito per decenni con gli altri "grandi vecchi" della tradizione garganica, i compianti Andrea Sacco e Antonio Maccarone.

MALICANTI = Il gruppo esegue musiche e canti tradizionali del mondo contadino della Puglia, appresi direttamente dagli anziani cantori. Il repertorio è composto da tarantelle, canti “alla stisa”, canti d’amore, stornelli, canti di lavoro, e da musiche che consentono di ballare, tra cui la pizzica-tarantata, la musica che nella cultura contadina veniva usata nella cura magica degli effetti del morso della mitica “taranta”, diventata oggi il simbolo del rinascimento musicale salentino.

MASCARIMIRÌ/TRADIZIONALE SPECIAL "UCE DE FIMMINA" ANNA CINZIA VILLANI = La polifonia tradizionale attraverso quattro delle più interessanti voci del Salento. Voci maschili e femminili (l'ospite speciale Anna Cinza Villani) che, accompagnate dal “Tamburreddhu”, interpretano i suoni della tradizione. Suoni che questa terra ha ancora la forza di conservare e tenere vivi per consegnarli al futuro.

CANZONIERE GRECANICO SALENTINO = Nato da un'idea della scrittrice Rina Durante nel 1975, il Canzoniere Grecanico Salentino è uno dei primi e più importanti gruppi di riproposta della musica popolare pugliese. Dal 2007 la conduzione passa dal fondatore Daniele Durante al figlio Mauro, con una nuova formazione che ha portato all'edizione dell'ultimo lavoro del gruppo, il cd "Focu d'amore". Dall'energia della “pizzica pizzica” alla dolcezza dei canti d'amore, dalla festosità della banda paesana a un ironico sguardo sulla modernità, quello del Canzoniere è uno spettacolo suggestivo e intenso.



 Comunicato stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1408

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.