Testa

 Oggi è :  19/08/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

12/09/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

QUARTIERI DEGRADATI E PONTE A RISCHIO

Clicca per Ingrandire Il segmento di strada che da Via Umberto I conduce in Piazza Roma (dove è ubicato il Municipio di Monte Sant’Angelo) è stato interessato da uno smottamento che per il momento è ancora a uno stadio iniziale ma, se non si tenta in qualche modo di arginarlo, minaccia di diventare più serio man mano che passano i giorni.

Il tratto di strada interessato dall’inclinamento del piano di calpestio si trova a cavallo proprio fra Via Umberto I e Piazza Roma, nei pressi del ponticello in muratura (vedi foto; ndr) sotto il quale sorge un vero e proprio quartiere denominato in dialetto montanaro “Sott ‘u pontë” (“Sotto il ponte”), per indicare il luogo che fino a qualche decennio fa ospitava una frequentatissima cantina detta di "Sott ‘u pontë" lungo una stradina secondaria che in passato risultava molto battuta.

Ora la zona in questione non è più frequentata come un tempo, ma lungo il ponticello in muratura che passa sopra al piccolo e caratteristico quartiere montanaro transitano ancora le autovetture. Inoltre, il ponticello risulta passaggio obbligato per chi vuole raggiungere gli uffici comunali ubicati in Piazza Roma.

La denuncia è partita da un turista (ex residente nel Comune angiolino) che nel mese di agosto torna in vacanza a Monte Sant’Angelo stabilendo la sua dimora in una casa del quartiere in oggetto. Qualche settimana fa ha preso carta e penna e ha deciso di inviare al primo cittadino una lettera nella quale si denunciava lo stato di degrado e di abbandono del tratto di strada cui si è fatto riferimento sopra.

Il “turista”, indignato per lo stato di degrado del quartiere, ha poi lamentato l’assenza di una adeguata illuminazione e la mancanza delle più elementari condizioni di pulizia, che fanno dell’area una delle zone più degradate della città. L’area di “Sott’u pontë” insomma può essere paragonata al quartiere Galluccio o ad altri quartieri della città cara a san Michele Arcangelo dove il degrado, l’abbandono, l’incuria la fanno da padroni.

Alla sollecitazione del turista che ha sollevato il caso, il primo cittadino di Monte Sant’Angelo ha risposto: per ora non ci sono soldi e dunque i lavori di ristrutturazione della strada non potranno essere appaltati. Si spera solo che, proprio in coincidenza dell’entrata del Santuario di San Michele nel Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, le condizioni dei quartieri storici montanari e di quelli residenziali possano nettamente migliorare per rocostituire un buon biglietto da visita per i turisti che sempre più numerosi affollano la città nel periodo estivo.

Matteo Rinaldi


 newsgargano

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1416

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.