Testa

 Oggi è :  16/02/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

18/08/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

INFO PER DISOCCUPATI

Clicca per Ingrandire Esistono due tipi di indennità: indennità di disoccupazione ordinaria e indennità di disoccupazione con requisiti ridotti. I requisiti per ottenere la prima sono:

1. aver lavorato almeno un anno (52 settimane anche non consecutive) nell'ultimo biennio
2. avere almeno due anni di anzianità assicurativa presso l'Inps (il primo contributo Inps deve essere stato versato almeno due anni prima della fine dell'ultimo rapporto di lavoro). Ai fini della maturazione dell'anno e dell'anzianità assicurativa, il periodo di lavoro prestato in qualità di apprendista non è valido.
3. essere iscritti (obbligatorio) al Centro per l'Impiego (ex Collocamento) e avere vidimato il tesserino nei mesi previsti per la revisione.

Presentazione domanda = La richiesta deve essere presentata entro 68 giorni dalla cessazione effettiva del rapporto di lavoro. Se la richiesta viene presentata entro i primi 7 giorni dal licenziamento, l'indennità decorre dall'8º giorno di cessazione del rapporto di lavoro. Se la richiesta viene inoltrata dall'8º al 68º giorno dal licenziamento, l'indennità decorre dal 5º giorno successivo alla presentazione della domanda.

Importo e modalità di pagamento = L'indennità ordinaria ammonta al 40 percento della media delle retribuzioni lorde percepite nell'ultimo trimestre antecedente il licenziamento. Viene riconosciuta per un periodo massimo di sei mesi (180 giorni) e, per coloro di età uguale o superiore a 50 anni, è estesa fino a nove mesi. Previsto anche il pagamento degli assegni familiari fino a un massimo di 156 giorni. Se il disoccupato durante il periodo nel quale percepisce l'indennità trova lavoro per un periodo superiore a cinque giorni, la corresponsione della medesima cessa dalla data di assunzione. Il pagamento dell'indennità ordinaria avviene tramite assegno inviato a casa dalla Sede Inps competente in base alla residenza.

Settore edilizia = Se i lavoratori del settore edile hanno lavorato nel settore per almeno 43 settimane nell'ultimo biennio e sono stati licenziati per cause oggettive da parte del datore di lavoro (per esempio chiusura del cantiere) sono soggetti a regole diverse. Hanno anche loro diritto a sei mesi di indennità, ma nei primi tre usufruiscono di una quota pari all'80 percento della media delle retribuzioni precepite nelle ultime quattro settimane in cui è stata prestata l'attività lavorativa (entro un tetto massimo variabile di anno in anno). Nei rimanenti tre mesi il trattamento è pari a quello dell'indennità di disoccupazione ordinaria.

La richiesta può essere inoltrata entro un limite massimo di due anni dalla data del licenziamento. L'indennità decorre dal primo giorno di disoccupazione se l'interessato si iscrive al Centro per l'Impiego entro i sette giorni successivi al licenziamento. Trascorsi i sette giorni, la decorrenza coincide con quella della iscrizione al Centro.

Nei prossimi giorni ci intratteremo sulla “indennità di disoccupazione con requisiti ridotti” la quale riguarda i lavoratori che hanno perso il posto di lavoro, ma non hanno ancora maturato i requisiti necessari per l'indennità di disoccupazione ordinaria (per esempio lavoratori stagionali, trimestrali, lavoratori dello spettacolo).

 inps.it + redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 754

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.