Testa

 Oggi è :  14/08/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

03/07/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

I “BORGHI DELLA CULTURA”

Clicca per Ingrandire Quindici le Amministrazioni comunali dei Monti Dauni che, coordinate da Gal Meridaunia, hanno presentato agli organi regionali il Piano Integrato di Sviluppo Territoriale dei Comuni “borghi della cultura”, in risposta alla Legge Regionale 21 del 2008, nell'ambito Programma Pluriennale di Attuazione relativo all’ Asse VII del PO FESR 2007-2013. Sono: Accadia, Alberona, Anzano di Puglia, Ascoli Satriano, Bovino, Candela, Celle di San Vito, Deliceto, Faeto, Monteleone di Puglia, Orsara di Puglia, Panni, Rocchetta Sant'Antonio, Sant'Agata di Puglia e Troia.

Questi Comuni, identificandosi nel “tematismo cultura” e differenziandosi così dagli altri Comuni del “tematismo natura” (Biccari, Carlantino, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Roseto Valfortore, Volturara Appula), hanno scelto come chiave di valorizzazione e promozione la tutela del patrimonio storico e culturale, ovvero quello materiale e immateriale (dal tratturo alla masseria, passando da castelli e borghi a tradizioni ed eventi).

L’obiettivo della progettazione territoriale dei 15 Comuni del tematismo cultura è considerare il “paesaggio della cultura” come un elemento chiave per la qualità della vita quotidiana, trovando nelle radici del territorio stesso le valenze per le iniziative del suo sviluppo. Si è convinti, quindi, che partendo dalle peculiarità culturali dei luoghi, lo sviluppo dovrà essere coerente con l’identità dei luoghi, coi caratteri del tessuto edilizio, con la tutela dell’ambiente e del paesaggio.

Tutto ciò si ottiene mediante politiche di sviluppo del territorio volte a promuovere la competitività e l’innovazione delle città e delle reti urbane; fornire servizi di qualità ai bacini territoriali sovracomunali; elevare la qualità della vita con la lotta al disagio, all'esclusione sociale e alla marginalità urbana attraverso interventi di rigenerazione dei tessuti urbani; valorizzare il patrimonio culturale e ambientale; favorire i processi di identificazione e appartenenza ai luoghi; migliorare i collegamenti fra i borghi; implementare le reti materiali di connessione territoriale e quelle immateriali dell’accessibilità e della conoscenza.

L’intero lavoro di coordinamento e stesura del Piano è stato promosso e realizzato da GAL Meridaunia, agenzia di sviluppo dei Monti Dauni, che svolgerà la funzione di Ufficio Comune in accordo con le Amministrazioni comunali dei Monti Dauni.

 Uff. Stampa Comune Alberona

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 549

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.