Testa

 Oggi è :  20/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

19/06/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“IL LAGO E LA LUNA”

Clicca per Ingrandire Un centro dichiarato “Paese Ospitale 2009”, un borgo antico dall’impianto caratteristico con importanti testimonianze architettoniche, artistiche, culturali e religiose. Un paesaggio di incommensurabile bellezza incastonato in un territorio ricco di biodiversità. Boschi immensi che in passato hanno costituito il principale sostentamento economico della popolazione attraverso la produzione di carbone da legna, oltre che aver offerto rifugio a Briganti e Resistenti all’unificazione del Regno. Un lago artificiale realizzato per soddisfare il bisogno di acqua del genere umano diventato un importante luogo di sosta per il “popolo migratore”.

E’ questa la proposta di turismo naturalistico-culturale cha la Cooperativa Sociale “Fortore Habitat” onlus rivolge alle persone che amano il Territorio, hanno voglia di conoscere i più importanti ambienti naturali e realtà culturali della nostra Provincia. La manifestazione è prevista per sabato 26 giugno con ritrovo dei partecipanti alle 17.30 nella Piazza Marconi del Comune di Celenza Valfortore.

La prima vera fondazione della Città, di origine Greca, viene attribuita a Diomede e il nome originario era Celenna. Nel 275 a.C., a seguito della sconfitta di Pirro, la Città venne distrutta dai Romani. Storicamente si tramanda che, per ordine del Console Manlio Curio Dentato, i suoi resti vennero cosparsi di sale. La popolazione, dispersasi, si radunò sulla collina che tuttora è sede della Città e rifondò il centro abitato col nome di ‘Celentia ad Valvam’. In epoca Bizantina il nome venne modificato in ‘Celentia in Capitanata’.

Fino all’avvento della Repubblica Partenopea, alla guida di Celenza si alternarono diversi feudatari, tra i quali si distinsero per un notevole arco di tempo gli esponenti della famiglia pisana dei Gambacorta. Nel XVI secolo venne nuovamente cambiato il nome in Celenza in Valle Fortore e si adottò come simbolo cittadino la Dea Cerere; simbolo che ancora viene raffigurato nel Gonfalone della Città.

Il lago di Occhito, creato dall’uomo per soddisfare i bisogni d’acqua della “sitibonda Puglia”, col tempo è diventato la zona ideale per la sosta del “popolo migratore”. Nei periodi segnati dalle migrazioni Sud-Nord, e viceversa, il lago si popola di avifauna selvatica e attira molti appassionati del Birdwatching. Lo spettacolo della natura si rinnova di anno in anno e accresce continuamente la “passione” degli innumerevoli visitatori che hanno piacere a goderne gli effetti. In fase di realizzazione della diga, intorno al lago è stato effettuato un rimboschimento a conifere e attualmente il Progetto “Life Natura Fortore 2005” sta completando l’ampliamento del bosco con l’impianto di specie autoctone (Roverella, Cerro, ecc.).

Il programma prevede:
ore 17.30 - ritrovo dei partecipanti a Celenza Valfortore, “Paese Ospitale 2009”
ore 17.45 - Visita Guidata al Centro Storico
ore 18.45 - coffee break
ore 19 - trasferimento con auto propria al Lago di Occhito
ore 19.15 - trekking lungolago (percorso turistico, privo di difficoltà)
ore 22 - pranzo a sacco e relax
ore 22.30 - partenza per il rientro a casa.

L’inusuale escursione notturna, con luna piena, è l’occasione per nuove esperienze emotive e sensoriali. Camminare in condizioni di semioscurità per utilizzare i sensi in situazioni che solitamente non pratichiamo. La calma e il silenzio della sera sono l’occasione per “leggere” l’ambiente circostante. La suggestione che la luna trasmette, un lieve fruscio, un battito d’ali, uno stridio, un verso, un suono qualsiasi, una luce lontana… possono far provare emozioni nuove a tutti gli innamorati della vita. Tutto ciò aspetta di essere vissuto.

Per partecipare è necessario prenotarsi telefonando allo 0882-68.00.07 oppure 328.19.99.783 (risponde Pietro Caforio, Guida Ambientale Escursionistica associato all’A.I.G.A.E., comunicando anche se si è affetti, o esenti, da patologie allergiche. È necessario munirsi di scarponcini comodi e idonei (da trekking). Consigliato equipaggiamento “a cipolla” idoneo alla stagione in corso, giacca a vento, cappello, binocolo, macchina fotografica, scorta d'acqua, stuoia, panini, torcia tascabile.

La Cooperativa Sociale “Fortore Habitat” onlus vi attende numerosi per trascorrere una giornata in compagnia, condividendo le varie esperienze personali e l’amore per tutte le cose belle che il nostro Territorio è ancora in grado di offrirci.


NB. Manifesto-locandina in PERIODICI DI CITTA' GARGANO con ulteriori informazioni.

 Comunicato

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3445

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.