Testa

 Oggi è :  25/06/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

15/05/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

SCUSATE IL RITARDO…

Clicca per Ingrandire 

Ci scusiamo vivamente con i nostri affezionati Visitatori, ma abbiamo avuto un imprevisto blackout che ci ha tenuto lontani da Voi per un’intera e lunga settimana. Finalmente, però, siamo riusciti a rientrare nel circolo virtuoso di questa grande kermesse e Vi proponiamo subito l’editoriale già preparato per la FESTA della MAMMA di domenica 11 che, purtroppo, vede la luce solo oggi. Anche se in ritardo non possiamo esimerci dal rendere il dovuto omaggio a tutte le mamme del mondo rievocando la “storia” di questo particolare festeggiamento.
FESTA DELLA MAMMA - SEMBRA INVENTATA DALLA SOCIETA CONSUMISTICA E INVECE…
Ricorrenza civile diffusa nel mondo intero. Oggi in Italia cade la seconda domenica di maggio, a differenza di qualche anno fa quando era fissata per l’8 dello stesso mese
Alzi la mano chi pensa che la responsabile della “invenzione” della Festa della Mamma sia la società consumistica. E invece no: è antichissima, ma talmente antica che si fa risalire al cosiddetto “culto della fertilità” e delle divinità pagane ad esso legate presso i popoli politeisti. Infatti si celebrava durante la fase di passaggio dai rigori di General Inverno ai primi tepori di Madonna Primavera, cioè quando il risveglio della natura cominciava a diventare molto più evidente, tant’è che in alcune regioni del mondo cade ancora nel mese di marzo. Ma quando venne “pensata” come autentica ricorrenza? Esattamente nel 1870. Dove? Ma come… negli Usa, e se no dove? Una pacifista “ante litteram”, che va sotto il nome di Julia Ward Howe (impegnata assertrice dell’abolizione della schiavitù), ne sollecitò l'istituzione assegnandole il ruolo di pausa di riflessione contro la guerra - erano passati appena cinque anni dal termine della guerra di secessione americana. L’ufficializzazione avvenne molto più tardi, nel 1914, ad opera del presidente americano Wilson che firmò una delibera del Congresso in cui se ne fissava la data nella seconda domenica di maggio e se ne ampliavano funzione e obiettivi: da semplice, ancorché pregnante, meditazione sulla guerra e la sua inutilità (anche se non si dimenticò un richiamo alla pace) si passò a vero e proprio omaggio, imbevuto di gratitudine e soprattutto amore, verso tutte le mamme. Da allora, sull’onda americana, la festa contagiò un po’ tutti i paesi del mondo (sono pochi quelli che ne fanno a meno) e arrivò in Italia il 1957 caldeggiata da un sacerdote di Assisi, don Otello Migliosi, parroco nella vicina frazione di Tordibetto.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1914

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.