Testa

 Oggi è :  29/10/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

31/05/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

GARGANO CALCIO: PECCATO! FUORI MA CON ONORE

Clicca per Ingrandire La Gargano Calcio conclude a testa alta il campionato 2009/2010 con una sconfitta arrivata solo ai calci di rigore, dopo aver giocato 120 minuti (gli ultimi 30' in 10) con grande spessore tecnico e caratteriale. Ai playoff contro il Torremaggiore ci va la Nuova Andria di mister Di Bari. Risultato finale per gli andriesi: 5 a 4, dopo i tempi supplementari conclusi sul risultato di 2-2.

Mister De Gregorio non stravolge la formazione e manda in campo l'undici tipo con Soccio fra i pali, Carretto jr. e Carretto sr. terzini, centrali difensivi Vernile e Regalino. Linea mediana con Ranieri, Ferrara e Amoruso, D'Aprile dietro le punte Caputo e Iacovone. Gara diretta dal sig. Gregorio, coadiuvato dagli assistenti Santoro e Fasulo (sotto tono la direzione della terna barese).

Dopo i primi dieci minuti trascorsi senza emozioni, al 12' è la Gargano ad avere la prima clamorosa occasione. Corner di Ranieri, la palla termina sui piedi di Ferrara che stoppa, finta il tiro col destro e conclude di sinistro trovando il salvataggio miracoloso sulla linea di un difensore andriese. Quattro minuti più tardi ci prova l'Andria, prima con Lomonte poi con Di Canio, ma entrambe le conclusioni non impensieriscono Soccio.

Al 21' tentativo di Lorusso dai venti metri, con palla che sfila alla sinistra del portiere garganico. Al 25' ammonito per fallo di mano Vernile. Al 31' arriva il vantaggio andriese con Magno, che riceve palla sulla trequarti avversaria, finta il tiro di destro e conclude col sinistro, battendo imparabilmente Soccio. Il gol stordisce la Gargano che due minuti più tardi rischia il secondo gol ma Soccio è bravo a fermare Lorusso lanciato a tu per tu col portiere garganico.

A un minuto dal termine della prima frazione di gioco, De Gregorio effettua il primo cambio. Fuori un abulico Amoruso, dentro Cardone. Ed è proprio il nuovo entrato, dopo appena un minuto, a liberarsi dell’avversario con un gran numero e verticalizzare per Iacovone che arriva sul fondo e mette in mezzo per Caputo che ritarda la conclusione in porta, facendosi chiudere in calcio d'angolo. Si va al riposo con la Nuova Andria in vantaggio.

Inizio ripresa: De Gregorio manda in campo Gatti al posto di Iacovone. Al 48' calcio d'angolo di Ranieri a rientrare, palla che taglia tutta l'area di rigore senza incontrare l'impatto di nessun compagno di squadra. La Gargano Calcio comincia a prendere in mano la partita, complice anche la mancanza di fiato da parte andriese. Al 60' Ferrara sfiora il gol di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto dal solito Ranieri. Al 64' terzo cambio nelle file della squadra garganica: Zonno prende il posto di Caputo.

Al 68' ci prova ancora la Gargano. Cross di Zonno dalla destra e inzuccata sul secondo palo di Cardone, palla deviata in angolo da un difensore andriese. Al 71' la Nuova Andria esce dal guscio e con Di Canio rischia di chiudere definitivamente la partita, ma il numero dieci, solo, dal limite dell'area conclude clamorosamente fuori. Gol sbagliato, gol subito. Infatti, tre minuti dopo la Gargano trova il meritato pareggio con Regalino sugli sviluppi di un calcio d'angolo ribattuto dalla difesa avversaria.

Il centrale difensivo raccoglie il pallone al limite dell'area e fa partire un destro angolatissimo su cui il portiere Quacquarelli non può nulla. Uno a uno e partita che torna in parità. Al 79' però, è l'arbitro Gregorio a complicare di nuovo le cose alla squadra garganica. Fallo di Carretto jr. e punizione per l'Andria. Dopo un conciliabolo coi giocatori, il direttore di gara ammonisce per la seconda volta Vernile, con giocatori e panchina garganica increduli per l'abbaglio preso dal direttore di gara.

Non finiscono qui gli "orrori" dell'arbitro barese: all' 86' si inventa un calcio di rigore: il fallo di "sfondamento" di Di Canio su Regalino e Ferrara viene giudicato intervento falloso dei difensori garganici. Dal dischetto Di Noia trasforma, riportando in vantaggio l'Andria. A questo punto la Gargano Calcio si spinge in avanti e al 90' guadagna un calcio di punizione dai trenta metri. Ranieri batte in area a rientrare e dalla mischia sbuca la testa del difensore Piazzolla che devia la palla nella propria porta, regalando il clamoroso pareggio alla Gargano Calcio. Dopo cinque minuti di recupero, il sig. Gregorio fischia la fine, mandando le squadre ai tempi supplementari.

Pronti, via e dopo due minuti grande occasione per la Gargano. Punizione dalla sinistra di Zonno. Il pallone arriva sulla testa di Gatti e s’infrange sulla traversa, a Quacquarelli battuto. Clamorosa chance per gli uomini di De Gregorio che non sembrano soffrire l'inferiorità numerica. Al 100' è l'Andria a sfiorare clamorosamente il gol con Lorusso che, lanciato in profondità, supera i centrali difensivi ma conclude alto sulla traversa. Si va al secondo tempo supplementare. L'Andria che manda in campo De Lorenzo al posto di Amendola e al 110' sfiora il gol. Carretto sr. in anticipo sull'avversario si lascia recuperare da Di Canio che sorprende Soccio in uscita e conclude: il pallonetto termina incredibilmente fuori, di un niente sopra la traversa.

Al 116' seconda ammonizione per un nervoso Piazzolla ed espulsione per il lungo difensore andriese. E' l'ultima emozione della partita che termina 2 a 2 e trascina le squadre ai calci di rigore. La serie inizia con gli errori di Ranieri (parato) e Di Noia (palo). In successione segnano poi Ferrara, Lorusso, D'Aprile e Di Canio. Gatti invece si fa ipnotizzare da Quacquarelli, mentre Scarcelli non sbaglia portando in vantaggio gli andriesi. Ultimo rigore per la Gargano. Sul dischetto Zonno: calcia di potenza e precisione, ma trova soltanto la traversa. La lotteria finisce 3-2, con l'Andria che vola ai playoff contro il Torremaggiore.

Applausi comunque per la Gargano Calcio che al suo primo anno vede sfumare il sogno playoff a soli undici metri dal traguardo. Applausi per tutti, dai giocatori al mister ai dirigenti, che con grande impegno e serietà hanno costruito una realtà calcistica sicuramente in grado di regalare molte soddisfazioni in futuro.

Francesco Romondia


TABELLINO
GARGANO CALCIO: Soccio, Carretto jr., Carretto sr., Ferrara, Regalino, Vernile, D'Aprile, Ranieri, Iacovone (Gatti dal 47'), Amoruso (Cardone dal 44'), Caputo (Zonno dal 64'). IN PANCHINA: Di Gregorio, Lo Mele, Latorre, Scirpoli. Allenatore: Andrea De Gregorio.
NUOVA ANDRIA: Quacquarelli, Scarcelli, Piazzolla, Manuto, Di Bari, Di Noia, Amendola (De Lorenzo dal 106'), Magno (Gazzillo dal 90'+3), Lorusso, Di Canio, Lomonte (Reggente dal 73'). IN PANCHINA: Sansone.
MARCATORI: 31' Magno (NA), 74' Regalino (GC), 86' Di Noia rig. (NA), 90' Piazzolla autorete (GC).
AMMONITI: Ferrara (GC), Di Noia, Amendola, Lorusso (NA).
ESPULSI: Vernile (GC) al 79' (doppia ammonizione), Piazzolla (NA) al 116' (doppia ammonizione).
ARBITRO: Gregorio della sezione di Bari
ASSISTENTI: Santoro (Bari) e Fasulo (Bari)



 Ufficio Stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3199

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.