Testa

 Oggi è :  13/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

22/05/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

IL “DISOCCUPATO DOC” CONTA I GIORNI

Clicca per Ingrandire Michele Panella ha lanciato il suo ennesimo comunicato. Di seguito il testo integrale.
“Oggi sono al mio 116.mo giorno di protesta davanti al Comune di Rodi G.co dalle 8,30 alle 14 col mio cartello al collo sempre in piedi e sempre sotto l'indifferenza di sindaco e vice che insistono nella loro elemosina offrendomi di fare il parcheggiatore a San Giovanni Rotondo a 600 euro al mese (benzina a carico mio,150 km andata e ritorno). La società Tributi Italia spa ha presentato il 18 maggio la domanda di ammissione alla procedura del decreto incentivi (che si richiama alla Legge Marzano).

“Presto si insedierà il commissario straordinario nominato dal governo che sarà il nuovo gestore. Attualmente il governo ha messo i 605 dipendenti in cassa integrazione ordinaria per un anno (termine: 15 marzo 2011). La tutela del nostro posto di lavoro non so come possa essere affrontata dal nuovo commissario straordinario. La mia giusta battaglia, che porto avanti da 116 giorni e continuerò sempre a farla, mira a che la Regione Puglia insieme all'Anci possano sensibilizzare il sindaco e il vice del Comune di Rodi affinché, al termine del contratto part-time a tempo determinato del mio concittadino (scade il 31 agosto) assunto nella nuova azienda Aipa spa, possano assumere me. avendo la priorità di 20 anni di lavoro, e non un neo assunto che non ha nessuna esperienza nel settore.

“Sto molto attento alla data del 31 agosto 2010! Se viene rinnovato il contratto al mio concittadino, io perdo la mia giusta battaglia, non ritornerò al mio lavoro che sto cercando in tutti i modi di difendere, rimarrò solo in cassa integrazione ordinaria. Se non mi faranno assumere nella nuova azienda Aipa (che si sta prendendo tutti i Comuni lasciati dalla Tributi Italia), tutto quello che ho fatto non sara' servito a nulla!

“Intanto il 27 maggio sarò a Bari per il Consiglio Regionale, alle 8,30, davanti alla Regione Puglia, protestando col mio cartello al collo e cercando di farmi sentire dal presidente e dai consiglieri regionali che conoscono la mia ingiustizia. Sto cercando in tutti i modi di farmi ascoltare dalla Regione. Il nostro ritorno al lavoro è nelle nuove aziende che operano nei Comuni. Sto cercando in tutti i modi, premendo su Regione e prefettura di Foggia, di far capire che la nostra salvezza, il nostro ritorno al lavoro, è solo nel reimpiego nelle nuove aziende. Se non sarò ascoltato, tutto ciò che ho fatto andrà perso! Non rivedrò più il mio lavoro che ho conservato per 20 lunghi anni!” (Michele Panella)

 Comunicato

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3233

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.