Testa

 Oggi è :  20/01/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

22/05/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

I CANTORI ATTARÀNTANO TORINO

Clicca per Ingrandire Ieri sera, venerdì 21 maggio, a Torino sembrava di stare in Puglia, a Carpino! Sono stati i “Cantori” a rappresentare il Gargano all’interno della manifestazione “Torino Attarantàta”–Primo festival di pizzica e cultura pugliese di Torino, svoltosi nel capoluogo piemontese dal 16 al 21 maggio. Con la collaborazione dell'Associazione Culturale Carpino Folk Festival, il 94enne Antonio Piccininno (foto 1 sotto; ndr), accompagnato dai giovani componenti del gruppo dei Cantori, è salito sul palco a chiusura dell’intera manifestazione dopo il gruppo torinese “La Paranza del Geco” e il trio pugliese “Tradizionale Salentina Dop”.

Come ogni serata, Zi' Ntonj col suo rituale propiziatorio ha esordito con queste testuali parole: “Prima che candë vi spieghë la canzonë”... per catturare abilmente l'orecchio dell'ascoltatore e poi rapirne i sensi. Con loro non ha voluto mancare l'assessore regionale pugliese Elena Gentile volata letteralmente a Torino per essere sul palco coi Cantori e partecipare ai festeggiamenti dei pugliesi che vivono a Torino.

Alla fine è stata proprio una gran bella festa popolare. Il tempo è stato clemente e Zi' Ntonj, in gran forma, in un'ora di concerto ha saputo trasmettere alla gente che affollava Piazza Umbria tutta la sua energia, facendo ballare tutti al suono delle sue castagnole. Insomma anche Turin si è lasciata attarantare!

Il poeta dialettale pugliese Francesco Granatiero, che vive a Torino, ha voluto trasmetterci la sua emozione. “Rivedere e ascoltare Piccininno, il garbato movimento delle mani con le nacchere, la dolcissima modulazione della voce, la gustosissima spiegazione in italiano locale, la sua aderente interpretazione parlata, le belle riprese del canto popolare carpinese, il bellissimo e sostenuto intercalare dei toni sempre melodiosi, sono stati straordinari. Ieri ho apprezzato anche la bonta dei ritmi e dei suoni, la musica ruspante e, anche, la piacevole spinta innovativa.

“Tutto bello - ha aggiunto - e in linea con la grande voglia di ballare che ha preso tutti, con una partecipazione davvero straordinaria. Ma il mio Piccininno, chissà se lo vedrò ancora, un maestro che non dimenticherò mai. Avrei voluto che niente disturbasse la sua voce, l'incanto della sua magica presenza, come è stato, per fortuna, con la ninnananna finale, quando gli strumenti hanno in parte ceduto alla dolce nenia”.

Il prossimo appuntamento con Antonio Piccininno ad agosto, alla 15.ma edizione del Carpino Folk Festival.

Antonio Basile





 Ufficio Stampa Associazione Culturale Carpino Folk Festival

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3083

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.