Testa

 Oggi è :  25/07/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

20/05/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

ENERGIE RINNOVABILI CONTRO COMBUSTIBILI FOSSILI O NUCLEARE? “DISCORSO STANTIO”

Clicca per Ingrandire Dal 20 al 23 maggio si svolge, a Lecce, l’edizione 2010 del Festival dell’Energia. Un’edizione con un’attenzione particolare per i temi di maggiore attualità, come il nucleare, la ricerca e le fonti rinnovabili. Ne abbiamo parlato con Alessandro Beulcke, presidente dell’Aris, la società che promuove e organizza la manifestazione.


DOMANDA - Quali sono le principali novità di questa edizione del Festival rispetto alla precedente?
RISPOSTA - Innanzitutto, quest’anno il Festival si è ingrandito, con numerosi relatori e numerosi eventi. L’altra novità è la maggiore internazionalizzazione del Festival. Ci siamo un po’ “sprovincializzati” e abbiamo guardato oltre i confini nazionali. Abbiamo intrapreso una collaborazione con l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America, che ci ha inviato dei relatori, ed è importante avere dei contributi da un paese fondamentale per l’assetto politico-economico mondiale. Ospitiamo anche degli interventi da parte dello Stato francese e degli eventi legati alla Cina: un’apertura che diventerà ancora più spiccata nel corso del tempo.

D. - Su quali temi si concentrerà maggiormente la manifestazione?
R. - Si parlerà molto di mobilità. Quando si parla di consumi energetici bisogna ricordare che, a livello globale, la maggior parte di essi sono legati alla mobilità. Si parlerà quindi dell’auto elettrica; esistono già le tecnologie per produrla, quindi si parlerà del tema dell’infrastrutturazione: ovvero, ad esempio, di dove andranno ricaricate le batterie. A Lecce si parlerà molto anche di ricerca e innovazione. Abbiamo realizzato uno spazio dove verranno presentati dieci progetti selezionati dal nostro comitato scientifico per sottolineare come nel nostro paese le eccellenze ci siano ma i progetti non trovino sufficiente spazio o sufficiente promozione. Ci siamo dati il compito di cercare e trovare in queste grandi esperienze qualche progetto innovativo in ambito energetico. Altri temi saranno legati alla cronaca. È ovvio, quindi, che si parlerà di nucleare, e abbiamo quindi invitato il sindaco di Waynesboro, Georgia, che ci parlerà della sua esperienza come amministratore di una città che si prepara ad accogliere una centrale nucleare. Obama sottolinea il ruolo della green economy ma sa anche che un aumento del ricorso alle fonti di energia rinnovabili si può accompagnare all’utilizzo del nucleare.

D. - Appare evidente come uno degli obiettivi del Festival sia il tentativo di avvicinare ai temi dell’energia un pubblico il più vasto possibile.
R. - È la ragion d’essere del Festival. Siamo molto orgogliosi che il festival sia stato voluto e sostenuto da una larghissima platea di istituzioni, associazioni e soggetti afferenti il mondo dell’energia. Soggetti che sanno quanto sia necessario fare divulgazione e confrontarsi al di là dei soliti schemi, portando il dibattito in piazza, tra la gente. Molti cittadini sono consapevoli che il tema dell’energia è un tema importante: se ne parla al bar, sui giornali… Ma i cittadini stessi dicono che ancora non si sentono così conoscitori del tema, e vogliamo contribuire a rendere il cittadino comune più informato e più consapevole. L’installazione di un pannello fotovoltaico è un tema che può interessare chiunque. Per quanto riguarda il nucleare, crediamo che la cosa migliore sia parlarne in maniera serena. Non ci appassionano le guerre di religione, e avere delle tifoserie calcistiche su temi scientifici così rilevanti mi pare alquanto fuori luogo. Bisogna invece creare un dibattito aperto, trasparente e pacato.

D. - Lecce sembra la location naturale per una manifestazione del genere, dato il ruolo di avanguardia che la Regione Puglia ricopre in campo energetico, soprattutto in ambito di fonti rinnovabili.
R. - Lecce è sicuramente la location naturale del Festival dell’Energia. Prima di tutto è una città bellissima, e poi ci faceva piacere portare il Festival al Sud. Inoltre Lecce è una città logisticamente comoda, con un aeroporto ben servito, e il suo splendido centro storico rappresenta un palcoscenico ideale. Infatti il Festival non si svolgerà in strutture distanti dalla città ma nelle piazze e nei chiostri. La Puglia è sicuramente una regione molto significativa in campo energetico: ospita molti impianti strategici e ha una serie di progetti altrettanto strategici. Inoltre è una regione che ha una produzione di energia superiore al consumo, il che mi pare un punto molto importante.

D. - Quali sono le riflessioni che il Festival vuole suscitare? Mi sembra si voglia anche invitare le istituzioni a una maggiore attenzione per il mondo della ricerca.
R. - Senz’altro, servono investimenti maggiori per la ricerca e più attenzione per le eccellenze che ci sono oggi in Italia. Serve attenzione per le esperienze che ci sono già, serve capacità di capire cosa si produce nel nostro paese a livello di ricerca. Un altro messaggio è che le diverse fonti di energia non possono essere messe in competizione. Contrapporre le rinnovabili ai combustibili fossili o al nucleare è un discorso stantio, legato a un vecchio modo di pensare. È chiaro che, puntando sulla ricerca, si deve puntare su una “sfossilizzazione” della produzione energetica. Il mix energetico è però un flusso: era diverso 100 anni fa, era diverso 70 anni ed è diverso oggi. Per il futuro bisogna puntare a un rinnovamento graduale, senza contrapporre nessuna fonte di energia all’altra. Perché nessuna fonte di energia può essere utilizzata da sola o risolvere da sola i problemi del Paese.

Francesco Russo

 agienergia.it/

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1736

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.