Testa

 Oggi è :  12/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

23/04/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

FISCO: I VANTAGGI DEL 730

Clicca per Ingrandire Utilizzare il modello 730 è vantaggioso perché è facile da compilare, non richiede l’esecuzione di calcoli e nel caso in cui il contribuente abbia versato somme maggiori a quelle dovute, se dipendente si vede accreditare il rimborso direttamente nella busta paga a partire dal mese di luglio 2010, o nella rata di pensione, se pensionato, a partire dal mese di agosto o di settembre 2010. Al contribuente che abbia versato di meno invece, verrà direttamente trattenuta dalla busta paga o dalla pensione la somma che spetta al fisco. Potrà anche chiedere di rateizzare il pagamento della somma dovuta in più, riempiendo un’apposita casella nel modello 730 e versando gli interessi dello 0,5% mensile.

Scadenze:
- entro il 30 aprile 2010 se il modello va presentato al sostituto d’imposta
- entro il 31 maggio 2010 se il modello va presentato al Caf o a un professionista abilitato

Chi può utilizzare il modello 730:
- pensionati o lavoratori dipendenti
- soggetti che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente come il trattamento di integrazione salariale, l’indennità di mobilità
- soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca
- sacerdoti della Chiesa cattolica
- giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive come i consiglieri regionali, provinciali, comunali
- soggetti impegnati in lavori socialmente utili
- lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato quando il rapporto di lavoro abbia una durata inferiore a un anno. In questo caso, il contribuente può rivolgersi direttamente al proprio sostituto d’imposta quando il rapporto di lavoro dura almeno dal mese di aprile al mese di luglio 2010. Oppure al centro di assistenza fiscale o a un professionista abilitato quando il rapporto di lavoro dura almeno dal mese di giugno al mese di luglio 2010 e si conoscono i dati del sostituto d’imposta che dovrà effettuare il conguaglio.

I soggetti che devono presentare la dichiarazione per conto delle persone incapaci, compresi i minori, possono utilizzare il modello 730, se per questi contribuenti ricorrono le condizioni sopra indicate. I contribuenti sopra descritti che, pur potendo presentare il modello 730, scelgono di utilizzare il modello Unico 2010 Persone fisiche, sono obbligati a presentare tale dichiarazione solo per via telematica all’Agenzia delle Entrate.

Il modello 730 può essere utilizzato per le seguenti tipologie di reddito, possedute nel 2009:
- redditi di lavoro dipendente
- redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente
- redditi dei terreni e dei fabbricati
- redditi di capitale
- redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA
- alcuni dei redditi diversi
- alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata

Come dichiarare:
il modello 730 deve essere presentato già compilato al datore di lavoro o all’ente pensionistico; a entrambi non deve essere esibita la relativa documentazione tributaria. La documentazione deve essere conservata dal contribuente per il periodo entro il quale l’amministrazione ha facoltà di richiederla e cioè, per la dichiarazione di quest’anno, fino al 31 dicembre 2014.

Se vi rivolgete a un Caaf ricordate di portare la seguente documentazione:
- i CUD 2010 o il CUD 2009
- scontrini, ricevute, fatture e quietanze comprovanti gli oneri
- i documenti che attestano le spese sostenute per il recupero del patrimonio edilizio. Per gli interventi sulle parti comuni, la documentazione può essere sostituita da una certificazione dell’amministratore di condominio che attesti di aver adempiuto a tutti gli obblighi previsti per fruire della detrazione del 41 o 36 percento e indichi la somma di cui il contribuente può tener conto per la detrazione
- le ricevute di pagamento delle tasse fatte direttamente dal contribuente con modello F24
- le dichiarazioni Mod. Unico in caso di eccedenze d’imposta per le quali si è richiesto il riporto nella successiva dichiarazione dei redditi.

Le novità per il 2010 con il modello 730
La dichiarazione dei redditi presentata con il Modello 730 del 2010 relativo all’anno fiscale 2009 presenta alcune conferme e le seguenti novità:
- la detrazione del 20% per l’acquisto di mobili, apparecchi televisivi e computer finalizzati all’arredo di immobili ristrutturati
- la detrazione del 19% per le spese sostenute dai genitori per la frequenza di asili nido
- l’opportunità per i lavoratori dipendenti del settore privato che hanno percepito dal datore di lavoro compensi per incremento della produttività per cui è prevista un’imposta sostitutiva dell’Irpef, di scegliere una diversa modalità di tassazione di questi compensi
- la previsione di una detrazione per il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso
- la possibilità per i soggetti colpiti dal terremoto del 6 aprile 2009 in Abruzzo di fruire del credito d’imposta per la riparazione, la ricostruzione o l’acquisto degli immobili danneggiati; e per i proprietari di immobili in Abruzzo di fruire della riduzione del 30% del reddito derivante dalla locazione o comodato di questi immobili a nuclei familiari le cui abitazioni principali siano state distrutte o dichiarate inagibili in conseguenza del sisma del 6 aprile.

Sono confermate, anche per l’anno fiscale 2009:
- la detrazione del 20% per la sostituzione di frigoriferi e congelatori e per l’acquisto di motori a elevata efficienza e variatori di velocità
- la detrazione del 55% per le spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici esistenti e, in taluni casi, la possibilità per gli eredi o gli acquirenti di questi immobili di rideterminare il numero delle rate residue
- la detrazione del 36% per le spese di ristrutturazione edilizia
- la detrazione del 19% per le spese di autoaggiornamento e formazione dei docenti
- la detrazione del 19% per le spese di acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale.


 intrage.it

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1958

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.