Testa

 Oggi è :  20/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

15/03/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

TUTTI CI SORRIDONO… NESSUNO CI PARLA

Clicca per Ingrandire Molti i manifesti con le foto dei vari candidati alle prossime votazioni regionali che occupano con le loro facce da “dì di festa” gli appositi spazi loro destinati dal Comune di Peschici e anche, abusivamente, quelli con divieto di affissione. Già quest’ultimo comportamento dovrebbe spingerci a non votarli, anzi, a scartarli a priori. Se poi aggiungiamo il fatto che nessuno di questi signori politici - riciclati e nuovi - si è degnato di farci conoscere il proprio programma, definendo gli impegni che andrebbero ad assumersi nei confronti dell’elettorato che li voterebbe, la rabbia aumenta. Hanno forse ancora l’errata convinzione che la gente continua ad andare a votare una faccia che ispiri simpatia o fiducia… a prescindere?

Non è polemica, la nostra, solo riscontro delle realtà, attuale e passata. Alla Marzullo verrebbe da dire: “Fatevi una domanda e datevi una risposta”! Perché dovremmo votarvi? Quali garanzie offrite affinché la varie promesse che si sono sprecate e si sprecano possano tradursi in fatti? Quanto amore “reale” vi lega a questa terra, che non sia solo uno slancio dettato dal momento? Esigiamo risposte concrete, di chiacchiere ne abbiamo ascoltate troppe e nessun passo avanti è stato fatto! Il tempo è prezioso e il portarsi di ogni singolo cittadino, avente diritto al voto, nei seggi elettorali deve essere premiato, oggi più di ieri, anche perché se abbiamo voglia di farci semplicemente una passeggiata, ci sono posti ben più interessanti e attraenti di un edificio scolastico.

Ripetiamo: dateci un valido motivo per recarci a votare. I tempi del “volemose bene” sono finiti, le occasioni mancate e sprecate non si contano più, e così le vostre bagarres per l’accaparramento delle poltrone a danno della comunità. Non riempitevi solamente la bocca indicando le colpe di chi ha governato prima, cercate piuttosto di avere le idee chiare per quanto bisogna recuperare e sul da farsi per il futuro, avendo il coraggio - trascorso un anno di mandato e in caso di assenza di riscontri positivi circa il vostro operato - di dimettervi immediatamente, senza se e senza ma. Ci state? Allora sotto, con coraggio e onestà in tutti i sensi, a prescindere dal colore e dalla fede politica, con lo sguardo dritto verso le necessità della comunità che vorrà darvi fiducia.

Come recitava lo spot di una famosa ditta produttrice di salumi e formaggi? “La fiducia è una cosa seria”… bisogna meritarsela, aggiungiamo noi. Quindi vi chiediamo: pensate di meritarvela? Restiamo in attesa di una risposta.
Cordialmente (non) vostro

Gabriele Draicchio


 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3444

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.