Testa

 Oggi è :  20/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

03/03/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

IL SACRO SI CONIUGA COL PROFANO

Clicca per Ingrandire Il cartello è invitante: “Café in the crypt”. Scendo, allora, una dozzina di ampi gradini di marmo che ci accompagnano sotto una chiesa affacciata sulla centralissima Trafalgar Square: “St. Martin in the Fields”. Improvvisa, si presenta una scena magnifica. Sotto le volte di mattone rosso-cupo, a luminosità soft, su un pavimento di stele funebri del 18.mo secolo, possiamo ammirare tutta una serie di tavoli con una candela accesa: un magnifico ristorante. E’ l’occasione di consumare in un’atmosfera mistica - che piacerebbe immensamente al Foscolo - una deliziosa “apple crumble”. I prezzi sono popolari, il servizio di raffinata eleganza. Viene quasi da dubitare se siamo al di qua o al di là del mondo.

Accanto ci attende un bookshop con libri, pubblicazioni, ricordi, carte di augurio, oggettini sacri o profani, tanto da deliziare lo sguardo. Sopra, nella chiesa, sotto lo sguardo estatico di qualche visitatore di passaggio, un quartetto di giovani concertisti orientali sta provando il concerto della serata. L’atmosfera è rarefatta, l’attenzione palpabile e il piacere dell’ascolto senza pari. Qui si danno 350 concerti l’anno. La domenica, invece, il coro si esibisce nelle liturgie accompagnato dall’antico organo del 1726 offerto da King George.

Tempio privilegiato della musica, conosciuto universalmente per la sua tradizione musicale, ha accolto Händel e quasi certamente Mozart, di passaggio a Londra. Chiunque, se di passaggio nel pomeriggio, ascolterebbe liberamente un concerto alla sua prova generale. Stupendo. Ma lo stupore non si fermerà qui. La polivalenza, infatti, sembra quasi una regola d’oro in terra inglese. Come quando ci si presenta in un chiosco qualunque e ci troviamo libri, riviste, bevande, cibo, farmaceutici e... vegetables! Lo spirito pragmatico di una cultura differente dalla nostra si pone così al servizio del cliente.

Sotto la chiesa, ancora, in una saletta a parte, alcuni fedeli inglesi recitano lentamente, meditativi, i salmi della sera. Ci accostiamo, ci sediamo, li guardiamo. Ci sorridono. In silenzio, alla fine lasciano il luogo: restano solo due grosse candele accese e quattro enormi statue in legno africano sul pavimento, la sacra famiglia e una donna orante. Altre sale sotterranee sono intitolate al vescovo Ho Ming Wah, a Desmond Tutu... Qui si ritrova fraternamente dal 1980 una grossa comunità cristiana cinese. Questa chiesa, viene da pensare, arriva universalmente con la sua arte musicale, ma anche con le sue lunghe braccia dell’accoglienza.

Inoltre, attenzione particolare viene data agli ‘homeless’, i senza tetto, i poveri in genere della città. Vengono in mente, allora, le parole di Tagore: "Più l'uomo si impegna nelle attività sociali, più rende visibile il suo intimo invisibile e cammina verso il futuro". E un pastore protestante parlerà dei due polmoni di ogni comunità cristiana: la forza della spiritualità e l’impegno sociale. Come due volti necessari, inscindibili, essenziali. La Chiesa, in fondo, dovrà insegnare ai cristiani a incontrare Dio e a incontrare gli uomini.

Momenti di eccellenza questi, in fondo. Momenti estatici di apertura alla vita, che qui a “St Martin in the fields” si fanno momenti dal sapore di eternità. Sì, nell’arte, nella musica, nell’accoglienza o nella solidarietà: tutti segni del Regno. La nostra vita ha bisogno di questo, direbbe qualcuno, come il deserto ha bisogno di oasi. Per ricordare, in questo modo, il valore della vita. Stupenda lezione di una chiesa inglese.

Renato Zilio

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3409

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.