Testa

 Oggi è :  21/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

28/02/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

GARGANO CALCIO, GRINTA E ORGOGLIO: PANACEA DI TUTTI I MALI

Clicca per Ingrandire Ritorno alla vittoria per la Gargano Calcio (foto del titolo, il presidente Agostino Triggiani; ndr) che vince in rimonta contro l'Apricena 4-2 sul campo amico di Peschici. Reduci da due sconfitte consecutive i garganici, sotto di due reti dopo venti minuti, hanno reagito mettendoci grinta e orgoglio, portando a casa una vittoria alla fine meritata. Mister De Gregorio deve fare a meno di Gatti, Soccio e Vernile e schiera la squadra col classico 4-4-2 con Di Gregorio fra i pali, Carretto sr. e Carretto jr. terzini, Ferrara e Regalino centrali difensivi. Centrocampo con Latorre a destra, Ranieri e Amoruso centrali, e Cardone sulla sinistra. In attacco Caputo e Zonno.

Dopo i primi minuti di studio, al 12' gli ospiti vanno in vantaggio con Guerrero che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, stacca incontrastato sul secondo palo mandando la palla alle spalle di Di Gregorio. La squadra di casa abbozza una reazione ma al 20' è ancora Guerrero a sorprendere il portiere garganico con un tiro incredibile da trenta metri che va a insaccarsi sotto il sette alla destra del portiere. Clamoroso raddoppio per l'Apricena, invischiata nella lotta per non retrocedere.

Al 22' clamorosa occasione per la squadra di casa: calcio di punizione dal limite di Ranieri che va a stamparsi sulla traversa. Sulla respinta prima Caputo e poi Zonno mancano clamorosamente l'appuntamento con il gol. De Gregorio al 33' effettua il primo cambio, inserendo Scirpoli al posto di Zonno. Mossa azzeccata perché al 36' è proprio il neo entrato ad accorciare le distanze. Calcio di punizione insidioso di Ranieri, respinta di Casano e tap-in vincente del giovane vichese classe 91' (buona la sua prova).

I garganici cominciano finalmente a giocare, prendendo in mano la partita e mettendo in difficoltà l'Apricena. Al 41' cambio per gli ospiti con Lauriola che prende il posto dell'infortunato Borazio. Al 45' ci prova Ranieri ancora su calcio di punizione, ma stavolta non trova la porta. Sempre pericolosissime le conclusioni da fermo del capitano peschiciano. Durante il primo dei tre minuti di recupero concessi dall'arbitro Lemme la Gargano raggiunge il pareggio. Calcio d'angolo di Latorre, respinta della difesa, lo stesso Latorre riprende la sfera, crossa sul primo palo e Cardone in tuffo anticipa il proprio marcatore mandando la palla alle spalle del portiere ospite. Due a due e squadre negli spogliatoi.

Nella ripresa, al 51', secondo cambio per l'Apricena. Dentro Forte per Zuccarino. Al 52' ci prova ancora su punizione Ranieri, palla alta sulla traversa. Al 53' De Gregorio manda in campo Iacovone al posto di Latorre. La Gargano Calcio vuole la vittoria, alza il ritmo e al 60' trova il gol del vantaggio con uno strepitoso tiro di esterno destro da fuori area di Amoruso che si va a insaccare all'incrocio dei pali. Palla imprendibile per Casano e gol bellissimo del centrocampista barese.

Col risultato adesso dalla sua parte, la Gargano gestisce la partita con grande autorevolezza, senza concedere nulla agli avversari che mollano la presa e, anzi, subiscono il quarto gol al 67' grazie a un calcio di punizione magistrale di Iacovone. Un'autentica prodezza balistica dell'attaccante ischitellano. La partita praticamente finisce qua. L'Apricena, in debito di ossigeno, non riesce a riorganizzarsi e subisce il possesso palla della squadra di casa. All'80' esce fra gli applausi Amoruso, sostituito da D'Aprile.

Dopo una bella percussione di Carretto sulla sinistra, con conclusione centrale bloccata a terra da Casano, l'arbitro Lemma fischia la fine di un match che sancisce il ritorno alla vittoria, meritata, della Gargano Calcio che vede ormai il traguardo della salvezza vicinissimo. L'Apricena (buona la prova di Guerrero e Messinese) resta invece in piena zona playout con Toritto, Sant'Onofrio, Nuova Daunia e Altamura.

Prossimi impegni, domenica 7 marzo: Sant'Onofrio-Gargano Calcio e Apricena-Torremaggiore.

IL TABELLINO
GARGANO CALCIO: Di Gregorio, Carretto jr., Carretto, Latorre (dal 53' Iacovone), Regalino, Ferrara, Cardone, Ranieri, Amoruso (dall'80' D'Aprile), Zonno (Scirpoli dal 33'), Caputo. A disposizione: Draisci, D'Avolio, Santucci, Lo Mele. Allenatore: Andrea De Gregorio.
APRICENA: Casano, Zuccarino (dal 51' Forte), Arnese, Liemonte, Pignatelli, Tenace G., Messinese, Castriotta, Guerrero, Stallone (dal 66' Lupardi), Borazio (dal 41' Lauriola). A disposizione: Galassi, Ruggiero, Tenace A., Menicozzo. Allenatore: Luigi Damone.
MARCATORI: 12' e 20' Guerrero (A), 33' Scirpoli (GC), 45' Cardone (GC), 60' Amoruso (GC), 67' Iacovone (GC).
AMMONITI: Carretto, Cardone, Amoruso, Liemonte, Messinese, Castriotta, Borazio, Forte.
ESPULSI: nessuno
ARBITRO: Lemme di Barletta

Francesco Romondia



 Ufficio Stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1946

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.