Testa

 Oggi è :  24/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

26/02/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

GARGANO, TERRA DI ACCOGLIENZA

Clicca per Ingrandire 25 febbraio 2010: giornata importante a Monte Sant’ Angelo, dove si è tenuta la manifestazione “NO FAIDA DAY - Contro ogni forma di criminalità”. Grande partecipazione, copiosa presenza da parte di numerosi giovani accorsi da ogni parte, gente comune e associazioni che non si sono astenute; rappresentanti di istituzioni, Chiesa, mondo politico, di Monte e di altri paesi del Gargano che sono intervenuti.

Alle 15.30, nella sala consiliare del Comune ospitante, si è tenuta la conferenza di servizi cui hanno preso parte le varie associazioni del Gargano e i loro rappresentanti. Intensi gli interventi, per proporre miglioramenti alla vita del nostro Gargano, dai quali è emerso il bisogno di lottare, avere forza e circoscrivere il male presente in modo da poterlo combattere per cercare di vivere nella pace e nel rispetto di tutto e di tutti.

Alle 17 è iniziata la lunga fiaccolata del NO FAIDA DAY, capace di infondere in tutti i presenti quel “grido” di speranza proteso a un cambiamento radicale e in grado di eliminare qualsiasi tipo di illegalità, di mafia, di terrore infuso nella nostra gente, nei nostri paesi, lo stesso grido di ribellione e libertà che in più occasioni ci è stato negato.

Alle 19, gremiti intorno alla piazza, abbiamo ascoltato il ringraziamento del primo cittadino del più rappresentativo paese della Montagna Sacra, del presidente della Provincia Pepe, del governatore della Regione Vendola, nonché del Vescovo mons. Castoro che, a conclusione di quanto già espresso con parole toccanti da don Luigi Ciotti, ha rimarcato i concetti in precedenza analizzati con quella voce che anche nei momenti più tetri riesce a infondere sicurezza e convinzione nei propri mezzi, riunendoci tutti sotto il tetto di un unico ideale, rinvigoriti nello spirito e pronti ad affrontare qualsiasi lotta che possa conseguire uno scopo comune.

L’Associazionismo Attivo Garganico, rappresentato da tante delle sue componenti, è il fulcro dell’unione di varie comunità che hanno il compito di adoperarsi affinché il Gargano porti un sorriso a noi che lo viviamo, ai turisti che lo visitano, agli occhi di chi lo guarda, ma soprattutto far sentire quella leggera brezza di vento che accarezza i volti di tutti coloro che lo visitano, facendoli sentire liberi, tranquilli e protetti da ogni pericolo. Solo così sarà possibile che quella brezza non si senta solo sulla pelle, ma possa pian piano filtrare nel cuore di tutti noi e dei nostri visitatori.

Il Gargano e Monte Sant’Angelo devono essere ricordati come terra di accoglienza, bellezza e spiritualità, non come centro della criminalità.

Davis Maggiano

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 4653

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.