Testa

 Oggi è :  13/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

22/04/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

Parco del Gargano, il Tar ha reintegrato Giandiego Gatta

Clicca per Ingrandire Può finalmente tirare un sospiro di sollievo Giandiego Gatta (foto sotto; ndr) che da oggi potrà tornare ad occupare la sua poltrona di Presidente del Parco Nazionale del Gargano. Il Tar (di Bari, nella foto sotto n. 5 la sala delle udienze; ndr) ha infatti accolto il ricorso presentato da lui stesso (e dal vicepresidente Francesco Tavaglione, sindaco uscente del Comune di Peschici; ndr) contro la sua rimozione dalla carica di presidente del parco da parte del Ministero dell' Ambiente. 'La rimozione di Gatta e il commissariamento di uno dei parchi più importanti d' Italia - osserva Altero Matteoli (foto del titolo; ndr) presidente dei senatori di An ed ex Ministro dell'Ambiente - ha costituito una ferita per l'ambiente ed anche per le istituzioni". La misura non aveva infatti altro scopo se non quello di eliminare chi non era allineato politicamente con il Ministro Pecoraro Scanio - ha invece ribadito invece Giandiego Gatta ai microfono di Radio Nova. "Non volevo che mi si desse ragione politicamente - ha precisato lo stesso - volevo solo che i magistrati riconoscessero l'enormità del procedimento assunto in mio danno e anche in danno delle popolazioni garganiche dal ministro Pecoraro Scanio. In questa sentenza - prosegue Gatta - si rende giustizia alla verità e cioè che le censure all'Ente erano tutte pretestuose ed erano finalizzate soltanto ad eliminare un avversario politico o comunque una persona non in linea con quello che era l'indirizzo politico di Pecoraro Scanio e dei suoi accoliti" conclude Gatta.

Tatiana Bellizzi (Teleradioerre) = UNA DICHIARAZIONE DI RAFFAELE FITTO

"Giustizia è fatta. Sventato uno degli ultimi maldestri scippi del ministro dimissionato e sfiduciato Pecoraro Scanio. Le decisione del Tar che ha di fatto reintegrato Giandiego Gatta alla guida dell'Ente Parco del Gargano, fa giustizia di un inaccettabile commissariamento politico compiuto in piena campagna elettorale". A dichiararlo è Raffaele Fitto (foto sotto n. 2; ndr), coordinatore regionale di Forza Italia. "Fortunatamente di Pecoraro Scanio e dei metodi della sinistra non resta più neanche il ricordo. Dopo la sentenza degli italiani che hanno relegato la sinistra estrema al ruolo di extraparlamentare ora la sentenza del Tar dei metodi di becero spoyl sistem della sinistra".

Michele Carelli (Teleradioerre)

Nel periodo della "sospensione" l'avvocato di Manfredonia, esponente di An, è stato sostituito nell'incarico dal commissario straordinario Ciro Pignatelli (foto sotto n. 4), nominato dall'ex ministro dell'Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio.

 TELERADIOERRE

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 704

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.