Testa

 Oggi è :  19/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

10/01/2010

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

A ORSARA LA BANDIERA ARANCIONE

Clicca per Ingrandire Il Touring Club ha consegnato a Orsara di Puglia la Bandiera Arancione, marchio di qualità turistico-ambientale. Su 38 comuni pugliesi partecipanti all’ultimo bando, solo quattro hanno avuto l’onore di affiancare Alberona e Sant’Agata di Puglia (borghi che stanno confermando il riconoscimento dal 2002). Insieme a Orsara, infatti, sono stati premiati Pietramontecorvino, Alberobello e Cisternino. Attestato (foto del titolo; ndr) e drappo (foto 1 sotto) sono stati consegnati nelle mani del sindaco Mario Simonelli (foto 2, il primo a sx; ndr) a Bari, nella sede della Presidenza della Regione Puglia, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo Magda Terrevoli e del vice presidente del Touring Club Italiano Franco Iseppi.

“Il Comune di Orsara di Puglia - si legge nelle motivazioni dell’assegnazione - ha soddisfatto i criteri d’analisi e si è distinto in particolare per i seguenti elementi:
- buona attività ambientale e presenza di una rete sentieristica;
- varietà e fruibilità degli attrattori storico-culturali ed efficiente segnaletica di informazione turistica presso gli stessi;
- proposta di un ricco e vario calendario di eventi lungo tutto il corso dell’anno;
- buona valorizzazione dei prodotti agroalimentari tipici locali”.

La Bandiera Arancione è un marchio estremamente selettivo. Dal 1998, sono 1.890 i Comuni italiani che si sono candidati a ottenere il riconoscimento. Di questi, solo 169 sono riusciti a soddisfare i parametri richiesti e superare le verifiche. La commissione del Touring Club, prima dell’analisi della località e della visita sul campo, analizza le risposte a un questionario con 250 domande e richieste documentali che riguardano accoglienza, ricettività e servizi complementari, fattori di attrazione turistica, qualità ambientale e, infine, struttura e qualità peculiare della località.

“Oggi è una giornata storica per Orsara di Puglia - ha dichiarato il sindaco Mario Simonelli. - Entrare nel circuito della Bandiera Arancione significa poter contare su un meccanismo efficiente ed efficace di promozione territoriale. Le località certificate rientrano nel Piano di Comunicazione del Touring Club e in un percorso di verifica biennale che impone continui miglioramenti non solo dell’offerta turistica ma anche dei servizi ai cittadini”.

Accanto alla delegazione orsarese - composta da primo cittadino, assessore al Turismo Biagio Dedda e dirigente comunale Anna Melchiorre - a celebrare l’importante assegnazione c’erano anche il sindaco di Pietramontecorvino Rino Lamarucciola (foto 2, primo a dx) e il vicesindaco di Alberona Leonardo De Matthaeis (foto 2, al centro). “Sono felice che su 6 bandiere arancioni della Puglia, ben 4 appartengano ai Monti Dauni e quindi alla provincia di Foggia - conclude Simonelli. - E’ il segno concreto che il riscatto della Capitanata possa giungere proprio dalle aree interne e dai nostri paesi che dimostrano di potersi caratterizzare quali eccellenze della Puglia”.


TUTTI I NUMERI DI UN BORGO DI QUALITA’ = La Bandiera Arancione è una conferma: Orsara di Puglia ha le carte in regola per essere indicata e promossa come una delle eccellenze pugliesi. E sono anche i numeri a decretarlo. L’enogastronomia, piatto forte di una vocazione agroalimentare a tutto tondo, conta su 21 fra ristoranti, strutture agrituristiche, pizzerie, bar ed enoteche. La ricettività del borgo mette in campo 2 strutture alberghiere e 6 Bed & Breakfast. A tavola, le tipicità tutte orsaresi del cacio ricotta caprino e del pane di grano duro si possono gustare sorseggiando tre vini di Orsara che hanno ottenuto la Igt (Identificazione Geografica Tipica): “Il Tuccanese”, “Il Ripalonga” e “Ursaria”. Venti i luoghi d’interesse storico, culturale e architettonico che rappresentano la narrazione vivente di una trama che mette insieme tradizione, fede e leggende.

I marchi di qualità assegnati al Comune di Orsara di Puglia sono 2: il primo, arrivato nel 2007, ha fatto meritare al paese l’ingresso nel circuito di Cittaslow; il secondo è quello che, con la Bandiera Arancione, garantisce al borgo nuovi canali di promozione e di crescita. L’Orsara Jazz a fine luglio, la festa di San Michele Arcangelo il 29 settembre e la notte dei “Fucacoste e cocce priatorije” nella ricorrenza di Ognissanti: sono queste le tre manifestazioni più importanti tra i molti eventi che animano Orsara da gennaio a dicembre. Dal 1990, il palco di Largo San Michele ha ospitato circa 1.000 jazzisti che si sono esibiti complessivamente davanti a 300mila spettatori per oltre 1.800 ore di concerti.

La festa di San Michele Arcangelo, dopo la riapertura della Grotta sacra, si è arricchita di un ulteriore momento di grande suggestione. Ogni anno, migliaia sono le persone provenienti da tutta Italia che s’immergono nel bagliore e nella magia della notte dei falò e delle teste del purgatorio. Orsara di Puglia è parte integrante del patto territoriale Prospettiva Subappennino. E’ tra i fondatori del Distretto Agroalimentare del Tavoliere e del Dare (Distretto Agroalimentare Regionale della Puglia). Inoltre ha aderito al consorzio di valorizzazione turistica “Daunia Vetus” ed è parte integrante del Piano strategico di area vasta denominato “Capitanata 2020”.

 Uff. Stampa Comune Orsara di Puglia

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 362

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.