Testa

 Oggi è :  17/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

23/09/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

LA FORZA DELLA RAGIONE

Clicca per Ingrandire E’ stata dissequestrata l’area nei pressi del fiume Fortore, posta nelle immediate vicinanze del Centro Visite “Mulini ad Acqua” (foto del titolo; ndr), cui erano stati recentemente posti i sigilli su provvedimento preventivo della Procura della Repubblica di Lucera. In seguito all’invio della relazione da parte dei tecnici del Comune di Roseto Valfortore, documento nel quale sono stati spiegati nel dettaglio modalità e motivazioni degli interventi attuati nella zona in questione, è stata evidentemente accertata la regolarità dei lavori di canalizzazione delle acque eseguiti a suo tempo. A occuparsi dell’azione di dissequestro, con la conseguente rimozione dei sigilli, è stato il Corpo Forestale dello Stato.

Soddisfazione è stata espressa da parte dell’Amministrazione comunale che, in ogni momento, ha riposto la più ampia fiducia nella capacità della magistratura di giudicare fatti, atti e circostanze nel modo più celere e corretto. Roseto Valfortore, d’altronde, ha ottenuto nel 2008 la certificazione di conformità della propria politica ambientale rispetto ai parametri stabiliti dagli standard ISO 14001 e si avvia a diventare un “Comune rinnovabile al 100 percento”.

Sono due i progetti che entro i prossimi due anni ne aumenteranno sensibilità e attenzione verso l’ambiente. Il primo, già avviato, è quello inerente “La fattoria del vento”. A Roseto nascerà un parco eco-didattico, un vero e proprio villaggio dell’energia pulita, con percorsi e manufatti biocompatibili, un’azienda agricola e strutture ricettive autosufficienti dal punto di vista energetico. Nel cuore della “Fattoria del Vento” saranno costruiti un centro servizi - con ristorante e sala congressi - e otto unità abitative per l’accoglienza dei visitatori. Il complesso sarà realizzato seguendo i dettami della bioarchitettura. Illuminazione, riscaldamento e tutta l’energia necessaria alla gestione del parco saranno assicurati da impianti fotovoltaici, pannelli termo solari, utilizzo delle biomasse e da due aerogeneratori. Nell’oasi si produrranno anche verdure e ortaggi. Il parco, inoltre, sarà completato da un Osservatorio Climatico.

Il secondo progetto “a trazione ambientale”, anch’esso in fase di avvio operativo, punta a incrementare la raccolta differenziata e fare dei rifiuti la materia prima per la produzione di energia. Cinque Comuni, con Roseto capofila, gestiranno la differenziata in forma associata. In ciascuno dei cinque paesi saranno installate 12 Isole Ecologiche Diffuse Monoprodotto (IEDM) per il recupero di carta e cartoni, vetro, plastica e rifiuti organici. A Roseto Valfortore sarà costruito un impianto di stoccaggio e condizionamento per carta e cartonati, plastica e rifiuti organici.

Il materiale plastico sarà selezionato, ridotto a micro sfere e ceduto alle aziende capaci di riciclarlo. Un procedimento simile sarà adottato anche per carta e cartonati. La frazione umida sarà raccolta quotidianamente. Il prodotto sarà scaricato all’interno dell’impianto di decomposizione molecolare, a Roseto Valfortore. Dalla decomposizione dei rifiuti organici si otterrà SynGas (vettore energetico estremamente pulito): il processo prevede che il gas sintetico si ottenga senza combustione. Inizialmente, l’energia prodotta sarà utilizzata per garantire il fabbisogno di palazzi e uffici comunali, cominciando dal Municipio di Roseto Valfortore.


 Uff. Stampa Comune Roseto V.

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1008

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.