Testa

 Oggi è :  26/01/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

18/08/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

OCCHIO AL TERMOMETRO!

Clicca per Ingrandire Giornate di pieno sole ma anche di caldo soffocante in tutta la Penisola. Responsabile è un promontorio nord-africano che si sta espandendo su tutto il Mediterraneo centrale determinando in tutte le regioni italiane generali condizioni di stabilità e favorendo un graduale aumento delle temperature. Queste risulteranno già da oggi sopra le medie stagionali e, in concomitanza con l’esigua ventilazione e gli elevati tassi di umidità, determineranno condizioni di elevato disagio per afa, specie sul centro-nord per buona parte della settimana. Il caldo, infatti, non darà tregua almeno fino a venerdì e in nove città scatta l'allarme soprattutto per le persone più a rischio come anziani e bambini.

Cosa fare per difendersi? Docce tiepide in abbondanza, niente alcol e occhio ai caffè! Sono solo alcuni dei consigli utili per difendersi dall'ondata di calore attesa nei prossimi due giorni, ricordati dall'Ausl di Bologna, una delle nove città italiane interessate dall'allerta lanciata oggi dal “Sistema nazionale di sorveglianza, previsione e allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione” del Dipartimento della Protezione civile.

Particolare attenzione viene raccomandata "nei confronti dei bambini molto piccoli - si legge in una nota dell'azienda sanitaria bolognese - degli anziani con patologie croniche (ad esempio i diabetici che devono assumere insulina o i soggetti con scompenso cardiaco), di chi ha difficoltà a orientarsi nel tempo e nello spazio, e delle persone non autosufficienti".

E per chi sta in vacanza al mare? Occhio agli acciacchi imprevisti. Spiaggia, sole, ombrellone: un’oasi sognata tutto l'anno ma rovinata, per un italiano su dieci, da 'acciacchi' inaspettati che mettono ko l'organismo mandando a monte tutti i programmi delle vacanze. Al primo posto nella classifica dei disturbi 'da spiaggia' le scottature, gli eritemi solari e i colpi di calore, in grado di provocare malesseri anche per diversi giorni. Seguono gastroenteriti, provocate dal cibo 'alterato' dal caldo, e otiti. E non mancano le forme 'simil-influenza', con mal di gola, febbre, dolori articolari, facilitate dagli sbalzi di temperatura a cui ci si sottopone. Per non parlare di problemi che possono rivelarsi anche molto gravi, come congestioni o crampi in acqua.

 Adnkronos

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 849

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.