Testa

 Oggi è :  22/05/2022

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

12/08/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

E VENNE IL GIORNO DEI CALATRAVA

Clicca per Ingrandire Tamburi tonanti, arcieri pronti alla pugna, cavalieri fedeli e regine belle e potenti: il corteo storico di venerdì 14 agosto, a Orsara di Puglia, è un viaggio a ritroso nel tempo, alla scoperta dell’antico legame tra la Spagna e la Terra di Capitanata. Gran Maestro, Cavalieri, Chierici e Novizi dell’ordine monastico di Calatrava arrivarono a Orsara per prendere possesso dell'Abazia e dei suoi estesi possedimenti, le "Laure" di chiara origine bizantina.

A distanza di quasi 800 anni, quel momento viene rievocato attraverso la sfilata di regine (le regnanti della corona di Leon), dame, umili soldati, spavaldi cavalieri e severi monaci guerrieri. Il corteo attraverserà vie e piazze di Orsara di Puglia cominciando a snodarsi da Largo San Michele, alle 18.30, con l’inizio della sfilata annunciato solennemente da tamburi e vessilli degli sbandieratori di Lucera.

A scortare le quattro regine (l’imperatrice Berenguela, la regina Urraca, la regina Teresa del Portogallo e la regina madre Maria de Molina, tutte molto legate al complesso abaziale di Orsara di Puglia), ci saranno anche gli arcieti di Pietramontecorvino. Il corteo storico, coi suoi costumi e i suoi simboli, abbraccia circa due secoli di storia caratterizzati dalle fitte relazioni diplomatiche e religiose tra Orsara di Puglia e la città spagnola di Leon.

La manifestazione prevede quattro spettacoli di abilità e altrettante rappresentazioni rievocative che fanno riferimento ai documenti pubblicati all’interno del volume “Sulle orme dei Calatrava” di Anna Mur y Raurel, studiosa dell’Istituto Austriaco di Madrid. Il 29 marzo del 1229 Papa Gregorio IX concede al Gran Maestro dei Cavalieri di Calatrava, D.Consalvo Joannes, "...Ecclesiam et monasterium S.Angeli de Ursaria in Apulia...". Poco dopo, cavalieri e monaci dell'ordine si insediarono nel monastero fondandovi la loro casa magistrale.

Ebbero giurisdizione ecclesiastica e feudale su Orsara e sulla sua “diocesi” formata dai Casali di Montecalvelo, Ponte Albaneto e Castelluccio Valmaggiore. Presero il titolo di Cavalieri di Calatrava e Sant’Angelo. Ufficialmente l'insediamento di un ordine cavalleresco a Orsara fu motivato dal desiderio di Teresa, regina di Leon, di gratificare i Calatrava che l'avevano appoggiata e sostenuta. Ma altri ipotizzano che fosse un tentativo da parte del Papa di contrastare Federico II che, proprio in quel periodo, stava dislocando contingenti di musulmani nella vicina Lucera.

E dal passato torniamo al presente. Il 15 agosto, dalle 21.30, sarà di scena la musica popolare di “Kantantica”. Il 16 agosto, invece, sarà la volta di “Strumenti & Figure” con “Tributo a Lucio Battisti”: appuntamento alle 21.30 in Piazza Municipio. Il 18 agosto, stesso luogo e orario per la musica e la danza di “Katundi Zembra Jone”, gruppo folk di Greci. Il 19 agosto, sempre alle 21.30 in piazza Municipio, lo spettacolo teatrale della compagnia troiana “I senza faccia”. Si chiude il 29 agosto con uno spettacolo a cura della Provincia di Foggia: dalle 21,30, il teatro-cabaret di Antonio Rignanese in piazza Municipio.


Info: Comune di Orsara di Puglia - 0881.964013 = ProLoco - 0881.964904


 Uff. Stampa Comune Orsara di Puglia

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2560

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.