Testa

 Oggi è :  22/02/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

11/08/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

UN VIAGGIO NELLA MEMORIA

Clicca per Ingrandire Pronto il terzo “lavoro” del maestro Nicola Pupillo. Per chi lo conosce e per chi attraverso i suoi scritti ha voglia di conoscerlo e insieme a lui vivere e rivivere Peschici a partire dagli anni ’20, può farlo leggendo “Viaggio nella memoria”.

Se con “Peschici e la sua gente” (altra opera dell’indimenticato insegnante, dalla cui scuola sono usciti migliaia di giovani peschiciani) si riflette e si sorride su persone e personaggi, su vicissitudini e ricordi tramandati, con quest’ultimo libro si ripercorre attraverso la sua storia personale, la storia di una famiglia - come l’autore stesso sottolinea - emblematica di quei tempi, uno spaccato di vita paesana racchiuso tra il 1928 (anno di nascita dell’autore) e il 1962 (il suo papà che ritorna emigrante per la seconda volta a distanza di trent’anni).

II maestro rinuncia a definire biografia il suo “Viaggio nella memoria”, forse perché non ritiene gli anni che vanno dall’infanzia agli anni ’60, un percorso di vita speciale, anzi lo ritiene paragonabile ad altre esistenze che parallelamente alla sua hanno attraversato quegli anni con altre fatiche.

Ecco l’uomo discreto e semplice, pronto a fare un passo indietro, a ridimensionare ogni cosa in una sorta di normalità anche quando la vita stessa impone con eventi storici (addirittura la seconda guerra mondiale) e con quelli che il destino propone, episodi e situazioni che per nostra fortuna, o nostro malgrado, rendono l’esistenza di ognuno per certi versi eccezionale.

Michelina Iacovangelo


LA SCHEDA =
Nicola Pupillo è nato il 1928 a Peschici.
Maestro elementare ha insegnato nella scuola del suo paese per circa un quarantennio. Nel suo lavoro ha avuto sempre una particolare attenzione per i costumi, le usanze e le tradizioni locali. Ha cercato anche di valorizzare il dialetto quale mezzo primevo di comunicazione. Da questo suo interessamento ha tratto materia per alcuni scritti.
Ha pubblicato nel 2001, per i tipi di “il Monogramma” editore di Ravenna, “C’era una volta”, raccolta di fiabe della tradizione di Peschici, e nel 2004 “Il paese e la sua gente”, storie di personaggi realmente vissuti e delle loro vicissitudini.
Di prossima pubblicazione l’ultima raccolta di fatti di cronaca del paese.
Il maestro si è spento nel 2007

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1553

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.