Testa

 Oggi è :  17/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

21/07/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

DOPO LE VIE FRANCIGENA E DEI LONGOBARDI, QUELLA DELLE CASTAGNE

Clicca per Ingrandire Tra profumati agrumeti e uliveti secolari, tra i colori del bosco o a ridosso di dolci colline ecco spuntare i tetti, i campanili e gli archi delle antiche chiese rurali. Le chiesette di campagna hanno assolto, a lungo, la funzione parrocchiale garantendo la presenza religiosa tra i contadini che avevano scelto di vivere il faticoso lavoro della ferace campagna di Vico.

In un percorso che ci porta tra chiese rurali, antichi e incantevoli agrumeti e uliveti secolari, l’olio di oliva e le arance saranno protagonisti durante la sosta prevista presso la chiesa di San Biagio. Ed ecco gli itinerari programmati, settore per settore.

CHIESE RURALI (ogni sabato dal 1° al 30 agosto): San Rocco, San Michele, Santa Maria Pura, Canneto. Visita guidata nell’agrumeto “Azienda Tommaso Laganella” in località Malvestuto. Chiese di San Nicola, San Biagio detta anche “Sant’Vrase. Sosta, con degustazione guidata tra i profumi di olio d’oliva, arance e prodotti tipici a cura dell’Azienda Budrago.

Notizie utili = Ritrovo: ore 8,30 Biblioteca Comunale, via Sbrasile, 11 - Vico del Gargano. Equipaggiamento: maglione/felpa, pantaloni lunghi, scarpe chiuse o scarponcini da trekking, berretto, binocolo, macchina fotografica. Guide: personale Biblioteca Comunale - difficoltà: facile - tempo: 3.5 ore.

CASTAGNETI (dal 28 settembre al 31 ottobre alla scoperta delle castagne di Vico del Gargano): Valle del Melaino - Tennicoda, Sorgenti di Crepacore, Maddalena, crepaccio del Canalone, Sosta, con raccolta e degustazione guidata di castagne arrostite, castagnaccio e prodotti, derivati dalle castagne, presso l’Azienda “Grazia Vitillo”.

La coltura del castagno nel territorio di Vico è molto antica. Lo dimostra l’esistenza di aree storicamente vocate (Valle del Melaino, Tennecode, Valle del Fucito-Guasto, Monte Palumbo, Limitoni). Le castagne di Vico del Gargano, oggi centro produttivo più importante del Gargano, presentano una notevole diversità: castagna pelosa, castagna lucente, castagna tempestiva, castagna a strommolo e via elencando.

Si tratta di razze colturali locali, con una specifica identità biologica. Vico è sicuramente il Comune con le maggiori superfici. I boschi di castagno superano i 100 ettari, con tanti alberi monumentali, alcuni dei quali riescono a produrre fino a 5 quintali. Proprio per questa varietà dei suoi ambienti storico-culturali e naturali, Vico del Gargano si propone come uno dei più interessanti territori per le escursioni naturalistiche in jeep e per il trekking.

Notizie utili = Ritrovo: ore 8,30 Biblioteca Comunale, via Sbrasile, 11 - Vico del Gargano. Equipaggiamento: maglione/felpa, pantaloni lunghi, scarpe chiuse o scarponcini da trekking, berretto, binocolo, macchina fotografica. Guide: personale Biblioteca Comunale - difficoltà: facile - tempo: 3.5 ore. Per Info: http://www.fuoriporta.info/articolo1188-2/turismo/alla-scoperta-del-territorio-rurale-di-vico-del-gargano.html

 fuoriporta.info

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1092

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.