Testa

 Oggi è :  09/12/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

17/07/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

SU MONTEPUCCI FIGURE FEMMINILI NATE DAL FERRO

Clicca per Ingrandire La serata di mercoledì 15 luglio ha ospitato al Trabucco di MontePucci la presentazione dello scultore romagnolo Eros Mariani per la rassegna “Trabucco in Arte” arrivata al quarto appuntamento. Nell’atmosfera incantevole di un tramonto garganico, sospesi sopra un mare calmo e silenzioso, curiosi e amanti dell’arte si sono ritrovati per passare piacevoli momenti tra arte (foto del titolo e da 1 a 9 sotto; ndr), ristorazione culinaria e divertimento (foto 10). Le opere di Mariani resteranno in mostra fino al 22 luglio e ciò darà la possibilità a tutti gli interessati di interagire con l’autore, che offre la sua disponibilità nel soddisfare la curiosità di estimatori e semplici turisti parlando delle sue opere.

Di lui, Gaetano Grifo scrive: “C’è nell’indole di alcuni artisti il bisogno, anzi, la necessità di intraprendere un percorso dal quale non si torna più indietro e come accade nelle ricerche indirizzate alla conoscenza dei misteri dell’essere senza accettare compromessi, spesso ci si imbatte nell’inquietudine per l’impossibilità di raggiungere la verità, ultima, definitiva. È questa inquietudine, questa smania di conoscere, di sapere, di sondare che si legge negli archetipi delle sculture di Eros Mariani.”


LA SCHEDA DI EROS MARIANI = Nato a Ravenna, ha iniziato la sua carriera di artista nel 1980 con mostre nel territorio bolognese. Dal 1990 ha partecipato a varie fiere dell’arte, fra cui Vicenza, Pordenone, Milano, Carpi e a mostre collettive e personali a Trieste, Ferrara, Benevento e Sanremo. Dal 1996 ha partecipato a mostre e Fiere internazionali in Francia, Spagna, Portogallo ed Austria.

Lavora in un’officina, piegando il ferro alla propria volontà, proprio come un fabbro, ma anziché costruire inferriate e serrature, plasma la materia fino a ottenere figure stilizzate. Da un materiale pesante ricava figure leggere, esili, allungate, sempre protese verso l’alto. Il ferro è la sua seconda natura e lo forgia modellandolo a colpi di martello, mentre con l’altra mano brandisce la sua fiamma ossidrica per infuocare il metallo e renderlo docile al suo volere.

La donna è la materia che più lo attrae, presentando una serie di maestose donne dai tipici tratti africani che si pongono all’attenzione degli osservatori per la morbida gestualità e l’eleganza delle mani filiformi, mentre i loro corpi vengono fusi con i tessuti e i pizzi che le coprono dal colore quasi trasudato delle membra. Una galleria dell’artista su “www.erosmariani.it”.

Michele Marino & Marco Fasanella

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1131

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.