Testa

 Oggi è :  28/10/2021

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

14/07/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

IL RUGGITO DELL"ANTICICLONE AFRICANO

Clicca per Ingrandire Dopo che maggio e giugno si sono palesati particolarmente caldi e siccitosi, l’ingresso ufficiale dell’estate aveva riportato, sulla Puglia e sulla Basilicata (e in genere su tutto il Sud), temperature più gradevoli, piogge sparse e una situazione meteorologica piuttosto variabile che si è protratta, praticamente, finora. L’anticiclone nordafricano, però, non è stato mai sconfitto del tutto ed è sempre stato lì, pronto a muovere le sue mosse verso di noi non appena si fosse presentata l’occasione.

Ed ecco che, da mercoledì 15, una poderosa corrente di aria fresca andrà a colpire tutte le zone occidentali dell’Europa, dando lo spunto al predetto anticiclone subtropicale di avanzare rapidamente verso latitudini più settentrionali, con l’Italia che si troverà proprio nel mirino. Su Puglia e Basilicata, quindi, dopo gli ultimi annuvolamenti e piovaschi di un paio di giorni fa, e dopo il vento da nord, la pressione andrà aumentando specie in quota, dove lo zero termico si porterà addirittura oltre i 5mila metri. Una possibile diminuzione delle temperature è attesa per domenica 19. Probabilmente, però, si tratterà solo di una breve tregua perché l’anticiclone potrebbe preparare una nuova offensiva.

Per diversi giorni la pioggia starà lontana dalle nostre zone e, almeno dai modelli previsionali attuali, potrebbe riproporsi solo tra una decina di giorni anche se, sulla base dell’esperienza, questi anticicloni spesso durano molto più del previsto. Le province dove si soffrirà maggiormente il caldo saranno Foggia e Matera, coi termometri che raggiungeranno i 40 gradi (con punte di 42 nei centri urbani), mentre le altre città, compresa Potenza (nonostante gli 800 metri di quota e un clima più secco), toccheranno valori non più alti di 33/35 gradi, grazie all’influenza del mare che attenuerà in parte il disagio legato al gran caldo, con lo scotto però di una maggiore afa per via dell’umidità. (Gaetano Brindisi)

Ecco, allora, un vademecum stilato dalla Coldiretti per informare i consumatori sulle proprietà della frutta di stagione presente sui banchi dei mercati in questo periodo. Le pesche svolgono una funzione dissetante e non affaticano stomaco e fegato. Le albicocche e i meloni gialli sono ricchi di vitamina A, indispensabile per la salute degli occhi e della pelle, sovraesposti in questo periodo ai cocenti raggi solari. Non dimenticando l’anguria, un forte dissetante per tutto l’organismo e anche un buon diuretico, ricca di zuccheri benefici e di provitamina A.



 GdM + redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 388

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.