Testa

 Oggi è :  05/12/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

08/07/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

ANNULLATI I CAMPANILISMI IDIOTI

Clicca per Ingrandire Non solo viabilità, ma anche rifiuti e scelte strategiche per lo sviluppo del settore turistico. Sono queste le 3 priorità che i rappresentanti istituzionali di Roseto Valfortore, Alberona, Biccari, Castelluccio Valmaggiore e Pietramontecorvino hanno messo al centro di un nuovo progetto capace di andare al di là delle appartenenze a questo o a quello schieramento: la creazione di un Coordinamento dei Comuni del Preappennino Dauno.

Se n’è discusso martedì 7 a Roseto Valfortore dove si è tenuto un incontro cui hanno partecipato il sindaco ospite, Lucilla Parisi, il primo cittadino di Biccari Gianfilippo Mignogna e il sindaco di Pietramontecorvino Rino Lamarucciola. Alla riunione, in rappresentanza dei Comuni di Alberona e Castelluccio Valmaggiore, sono intervenuti rispettivamente gli assessori Giovanni Codirenzi e Carmine Marchese.

“Il Coordinamento dei Comuni del Preappennino Dauno - dichiara Lucilla Parisi - è un progetto che va oltre le appartenenze partitiche. Abbiamo bisogno di essere percepiti per quello che siamo: un territorio unito da problemi e potenzialità comuni che si è stancato di essere escluso e ignorato. Alla Provincia di Foggia chiediamo subito una cosa: il presidente Pepe faccia in modo che all’incontro di lunedì 13 luglio, convocato per rispondere all’iniziativa di alcuni sindaci sui problemi della viabilità, possano partecipare tutti i Comuni interessati alla questione”.

“La nostra - afferma il sindaco di Pietramontecorvino - non è un’iniziativa strumentale, tutt’altro. Siamo costretti a conferire i nostri rifiuti a Deliceto, con un aggravio di costi del 33 percento rispetto a Foggia. Vogliamo uniformità di trattamento. Sulla viabilità e sui rifiuti la Provincia di Foggia deve darci delle risposte. E deve fornircene anche rispetto al ritardo sui Piani di Gestione delle aree Sic (Siti di interesse comunitario). I fondi ci sono, perché non si procede? Noi siamo disponibilissimi, vogliamo essere costruttivi, e siamo pronti a confrontarci col presidente Pepe. Sul turismo, invece, è la Regione Puglia a doverci spiegare perché il territorio dei Monti Dauni sia stato escluso in sede di individuazione degli attrattori da promuovere e da valorizzare. E’ una decisione miope oltre che infondata”.

“Viviamo in costante fase emergenziale - spiega il sindaco di Biccari. - La viabilità disastrata accentua la nostra marginalità politica ed economica. Al di là dei colori politici di ognuno, l’obiettivo è quello di superare quella marginalità unendo le nostre forze. Per questo vogliamo costituire il Coordinamento”. “Stanno annientando ogni sforzo da noi compiuto per rilanciare i nostri paesi - dichiara l’assessore di Castelluccio Valmaggiore. - Se vogliamo farci sentire dobbiamo unirci”. “Concordo pienamente su quanto espresso dai miei colleghi amministratori - gli fa eco il collega del Comune di Alberona. - Ritengo che il Coordinamento possa essere uno strumento politico utilissimo”.

 Uff. Stampa Comune Roseto V.

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1402

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.