Testa

 Oggi è :  27/01/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

03/07/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

STRADE: CONTINUANO I DISAGI SUI MONTI DAUNI

Clicca per Ingrandire “Sono passati oltre due mesi dalle frane di aprile e qui non è cambiato nulla. Le strade provinciali continuano a essere un vero disastro. Abbiamo aspettato invano che cominciassero gli interventi promessi e adesso, forse, è proprio arrivato il momento di mobilitare i cittadini e protestare con forza per questa situazione”. E’ il sindaco di Roseto Valfortore, Lucilla Parisi, a preannunciare l’ipotesi di scendere in piazza, davanti alla sede della Provincia di Foggia, per svegliare le istituzioni competenti e richiamarle alle proprie responsabilità riguardo alle condizioni sempre più pericolose e penalizzanti in cui versano le arterie stradali che collegano i paesi dei Monti Dauni al capoluogo.

“E’ da settimane - spiega il primo cittadino rosetano - che chiamiamo Palazzo Dogana per sapere quando cominceranno i lavori e la risposta è sempre la stessa: domani”. Un domani che sta durando da 70 giorni. “La comunità di cittadini che rappresento è danneggiata quotidianamente da questo stato di cose – prosegue. - Pensate ai pendolari, agli studenti, ai lavoratori, agli esercizi commerciali e alle aziende agroalimentari: la crisi economica è già pesante e noi dobbiamo pagarla due volte a causa di una viabilità che non facilita nemmeno i nostri investimenti per il turismo”.

Nei prossimi giorni, prima di prendere qualsiasi decisione riguardo a una possibile mobilitazione di protesta, il sindaco incontrerà il Prefetto Antonio Nunziante e l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici Vito Guerrera. Le piogge torrenziali dello scorso aprile hanno seriamente compromesso la percorribilità delle provinciali 129 e 130, arterie di comunicazione che collegano il paese rispettivamente a Biccari e a Lucera. “Due mesi fa - conclude - Roseto restò isolata, affrontammo l’emergenza in pressoché totale solitudine, poi arrivarono le promesse. Alla Provincia di Foggia diciamo: mantenete quelle promesse perché non saranno solo i rosetani a scendere in piazza, ma tutte le popolazioni dei Monti Dauni che non ne possono proprio più”.


 Uff. Stampa Comune Roseto Valfortore

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2172

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.