Testa

 Oggi è :  22/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

31/03/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“Il cacciatore di aquiloni” (Khaled Hosseini, PIEMME, pag. 390, € 17.50)

Clicca per Ingrandire Ci siamo decisi. I battages pubblicitari non ci stimolano, in genere, voglie di lettura. Poi, quando si sono esauriti, e nel timore di rimanere al palo non aggiornando quel bagaglio specifico che fa l’uomo diverso dall’animale, finalmente affrontiamo la lettura del cosiddetto capolavoro. E’ accaduto puntualmente anche stavolta con “Il cacciatore di aquiloni” (Khaled Hosseini, PIEMME, pag. 390, € 17.50), a giorni nelle italiche sale cinematografare, la cui recensione è stata già affrontata dal nostro redattore Gabriele Draicchio.
La sua sintesi, oltre la quale ci si potrebbe anche stoppare? “Nausea e appagamento”. La nausea di una vigliaccheria perpetrata ai danni del più caro amico d’infanzia, servo e rappresentante di una razza inferiore, negletta, semisterminata dalla idiozia dell’uomo, e l’appagamento di una violenta punizione, verrebbe da scrivere giusta e divina - costole rotte, setto nasale e orbita fratturate, mascella in pezzi, denti divelti, milza spappolata, polmone perforato e chi si vuol divertire aggiunga pure - subita in nome di quella vigliaccheria che fa il paio con l’autentico tradimento.
La stessa coppia di sentimenti può ben costituire le due tranches in cui è suddivisibile il romanzo dell’afghano Hosseini. La prima, legata a un’infanzia dorata e felice, se non fosse per l’assenza di una presenza-chiave nella vita di un fanciullo, la madre morta dandolo alla luce e origine di un amore paterno claudicante ed esigente, trascorsa nell’Afghanistan monarchico e la seconda, imperniata sul ritorno in una Kabul talebana. Nella prima si soffre la nausea della vigliaccata (aver abbandonato alle voglie animali di un coetaneo, hitleriano per indole e convinzione, il compagno di giochi, fedele come e più del più fedele dei cani eppure sottoposto a soprusi psicologici di varia natura, figlio di una ignorata storia morbosa), nella seconda la soddisfazione di vedere punito, per una serie di circostanze che evitiamo di elencare in modo da non deturpare il gusto della lettura, l’autore del tradimento, lo stesso fanciullo ormai cresciuto e affermato scrittore che durante la permanenza nella sua seconda patria, quegli Stati Uniti asilo di ogni razza, scopre di aver lasciato nel paese natale una parte di sé, forse la più importante dopo il conflittuale rapporto che lo ha legato al genitore transfuga dalle repressioni comuniste, decidendolo a tornare a calcare una terra che non ritroverà se non ricorrendo alla memoria mai dimenticata.
Se la nausea sofferta nella prima parte del romanzo ti esorta a chiudere il libro e restituirlo a chi te l’abbia venduto o prestato, la seconda ti riconcilia con la figura dell’autore-protagonista rendendotelo più umano, meno “uomo-senza-palle”, e permettendoti di partecipare alla sua catarsi attraverso lo sgretolamento scientifico del suo organismo finito nelle grinfie - coincidenze della vita o coincidenze della trama narrativa? - del suo occasionale, ma fino a un certo punto, persecutore.
Non vogliamo dirvi di più, solo che il libro va letto, un po’ per conoscere da vicino una terra in cui si stabilì di bandire gli aquiloni, di non urlare allo stadio se non per osannare e omaggiare il ras di turno, di portare i calzoni lunghi giocando una partita di calcio anche sotto un sole da 50 gradi, di continuare a lapidare gli adulteri, di imporre il burka alle donne, di non fissare in faccia i fanatici fondamentalisti; molto per avvicinarsi al dramma esistenziale delle razze considerate “inferiori” dalla egemonica violenza dell’insipienza umana. Buona lettura.
PIERO GIANNINI

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1035

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.