Testa

 Oggi è :  20/06/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

01/06/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

ESPROPRI DIGA PIANO DEI LIMITI: APPELLO ACCOLTO

Clicca per Ingrandire “E’ una decisione importante e che ci aspettavamo poiché segue l’accordo programmatico siglato da tutte le parti interessate circa un anno fa”. Con queste parole il sindaco di Celenza Valfortore, Francesco Santoro, ha commentato la decisione della Commissione Provinciale Espropri che ha equiparato i valori medi dei terreni foggiani a quelli della provincia di Campobasso limitatamente a quelli che saranno utilizzati per la costruzione della diga di Piano dei Limiti e in particolare ai terreni dei Comuni di Carlantino e Celenza Valfortore.

“Siamo molto soddisfatti - ha proseguito - perché comincia a muoversi qualcosa. La fase successiva sarà quantificare il ristoro per il danno ambientale che abbiamo già subito con la diga di Occhito e che subiremo per quella di Piano dei Limiti”. Soddisfazione espressa anche dal sindaco di Carlantino e presidente della Commissione Provinciale Espropri, Vito Guerrera, che subito dopo la decisione adottata dalla Commissione aveva dichiarato di “aver messo fine a una vera e propria ingiustizia”.

“Non si capiva perché - aveva chiarito - terreni di due regioni diverse situati in aree omogenee, confinanti e con le stesse caratteristiche colturali e di redditività avessero valori differenti”. Dunque un’altra vittoria per i Comuni interessati dalla costruzione della nuova diga che nei giorni scorsi avevano avuto rassicurazioni anche sulla strada a scorrimento veloce “Fortorina”, che collegherà la strada statale 17 (dal ponte 13 Archi, in prossimità dello svincolo di Celenza) alla strada regionale 1 in prossimità di San Paolo di Civitate.

Il progetto dovrebbe essere finanziato dai 17 milioni di euro che fanno parte della quota regionale stanziata per la diga. Restano ancora da definire la costituzione della zona PIP intercomunale Carlantino-Celenza da realizzarsi sulla strada statale.17, la costruzione di infrastrutture primarie sia sulla diga di Occhito sia su quella di Piano dei Limiti, la gestione ai Comuni dei terreni rimboschiti e da rimboschire, e l’approvazione della legge regionale sulla navigabilità degli invasi e sulla pesca.

 Uff. Stampa Comune Celenza V.

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 108

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.