Testa

 Oggi è :  17/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

29/05/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

CRONACA “ESTROVERSA” DI UN CONSIGLIO COMUNALE

Clicca per Ingrandire E rieccoci a commentare l'ennesimo Consiglio Comunale di Vico del Gargano. Non lo facciamo con l'arte e la maestrìa di Domenico Martino, che ci aggiorna sulle performances peschiciane, ma con un pizzico di ironia e sarcasmo che non guastano né alterano le questioni oggetto di dibattimento.

Cominciamo col sottolineare la noia che ha contraddistinto tutta la visione, dopo un download di oltre 700 MB, di un filmato avi in stile "taleban" e un audio simile a quello che mio nonno udì nelle comunicazioni tra Aldrin e Armstrong con il Goldstone Deep Space Communications Complex quel mitico 20 luglio 1969. Nel frattempo le comunicazioni si sono evolute, ma non a Vico dove evidentemente si incidono ancora le ordinanze sulla pietra.

Si comincia con la surroga. Ora va di moda surrogare il mutuo, spuntando magari un bello spread e un tasso ai minimi storici. A Vico si surrogano i consiglieri. Chi viene dopo? Chi ha ha preso almeno 56 voti? Allora, vediamo: 55 voti Topo Gigio, 56 voti Rocco Caruso. Ok! Rocco Caruso. A questo punto il sindaco appare notevolmente impaurito, ha chiarissima la situazione: "E’ l'ultima occasione che rimane" pensa tra sé e sé. Difatti, alle prossime dimissioni la situazione potrebbe sfuggirgli di mano.

Guai se l'anti-ecologista e autonomista Topo Gigio, il primo della lista ormai dopo tutte le defezioni, dovesse approdare all'ente. Tutti conoscono i suoi propositi: abolire la differenziata (per semplificarsi la vita) e promuovere il suo "rattiamento garganico". Sementino stranamente non ha obiettato nulla. Attende forse la preda al varco? Si odono solo le parole di un esponenente casinista - o casinaro (nel senso pierferdinandiano del termine). Ok! Visti gli articoli... visto il comma... udito il parere... dato atto… si approva.

Si continua sempre con noia ad approvare il verbale delle sedute precedenti, poi si conferisce la cittadinanza onoraria al grande fisarmonicista nonché autore della sigla dello Zecchino d'oro (tra l'altro), si inseriscono i soliti debiti fuori bilancio, si approvano regolamenti, si revocano delibere, si cancellano argomenti perchè da Bari qualcuno con l'orecchino ha storto il nasino, e mentre si svolge tutto ciò, a un certo punto, l'assessore con delega ad Agricoltura, Foreste e Ambiente, misteriosamente si alza. Si agita. E' visibilmente preoccupato.

Sa benissimo che dopo la promozione del limone femminello del Gargano, dopo l'invenzione del mandarino ricchioncello del Gargano si sente la necessità di un riscatto ormonale. E pensa probabilmente al finanziando progetto del POR (Program for Ormonal Resurrection) in cui si tenterà di incrociare un fico d'india con un frutto della passione, il cui risultato si propone di essere una naturale alternativa a preparati galenici a base di viagra.

E si arriva alla fine, purtroppo non c'è tempo per parlare di destagionalizzazione, piano di protezione civile, rilancio del turismo, sostegno all'imprenditoria privata, gestione dei rifiuti, start-up di microimprese, bandi per aiuti all'agricoltura biologica, arredo urbano... solo per citare qualcosa. Sarà per il prossimo Consiglio, sulle sdraio delle Murge Nere, quando al posto delle pelate guarderemo forse panze abbronzate.

jeremiah Garganicus

 garganicus.blogspot.com

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 7374

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.