Testa

 Oggi è :  19/08/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

11/05/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

COL SOLE UN ROSONE SI STAGLIA SUL PAVIMENTO

Clicca per Ingrandire Il presidente dell’Associazione Culturale “Punto D’Arte Club” di Vieste, prof. Raffaele Pennelli, informa che l’associazione organizza per domenica 21 giugno una escursione all’Abbazia di San Leonardo di Manfredonia. Si potrà assistere al solstizio d’estate e visitare i reperti archeologici della Chiesa di Siponto. La quota di partecipazione è di euro 30, pranzo compreso. Per maggiori informazioni, rivolgersi in Via Trieste,12 - tel. 0884/705275.

Ma cosa succede il 21 giugno all’interno dell’Abazia? Per spiegarlo occorre definire il vocabolo solstizio. Solstizio uguale “sol stat”, cioè il sole si arresta dando l’impressione che la sua posizione allo zenith non cambi da un giorno all'altro. Solstizio, quindi, il giorno in cui le ore di luce sono di gran lunga superiori alle ore di buio. E tale fenomeno astronomico è strettamente legato al santuario di San Leonardo in Lama Volara (Manfredonia).

Nell’omonima Abazia sipontina (foto 1 sotto), infatti, si verifica una congiuntura favorevole tra la data del “miracolo” e l’apparizione di un raggio di sole che, attraversando il piccolo rosone di una cupola, lo riflette (foto del titolo; ndr) sul pavimento del tempio (già dormitorio e ospedale per i pellegrini che andavano in Terrasanta o da qui tornavano), al centro di due pilastri che sorreggono la navata centrale in prossimità del portale laterale. Congiuntura favorevole fino a un certo punto, in quanto il “miracolo” fu voluto. Affinché si verificasse con la dovuta precisione, quando si decise di edificare l’Abazia, a cavallo fra l’11° e il 12° secolo, si abbinarono calcoli astronomici a calcoli architettonici.

In genere, l’appuntamento ha inizio intorno alle 11 e termina verso le 12.30, ma costituisce anche una buona occasione per ammirare una struttura che merita particolare attenzione. L’Abazia è sempre stata ammirata per la sua ricchezza derivante da una architettura che si avvale di pietre dorate le quali assumono durante il periodo estivo una spazialità irreale. Numerosi archetti denunciano il motivo dominante del romanico dell’11° secolo e in questa cornice venne incastonato il portale prezioso e solenne. Considerata una delle più importanti del Meridione d’Italia per le ricchezze e la vastità del suo territorio, la sua storia è scritta tutta nel Regesto di San Leonardo di Siponto, raccolta di atti di donazioni testamentarie fatte da privati cittadini. Fondata dai Canonici regolari di Sant’Agostino, nel 1261 venne concessa all'Ordine dei Cavalieri Teutonici.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1544

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.