Testa

 Oggi è :  20/04/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

08/05/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

DUE PAESI INSIEME PER AMORE

Clicca per Ingrandire Gemellaggio di solidarietà tra Castelnuovo della Daunia (foto del titolo, panorama; ndr) e il Comune terremotato di Castelnuovo San Pio. I due paesi hanno ufficializzato il nuovo legame che le unisce e domenica 10 maggio, in occasione delle celebrazioni in onore di Santa Maria della Stella, a Castelnuovo della Daunia saranno raccolti fondi da destinare al borgo abruzzese colpito duramente dalle scosse di un mese fa. Protagonista dell’iniziativa è l’associazione “ACUS” (Associazione Castelnuovo Utilità Sociale) che domenica sarà presente con un proprio gazebo per continuare la raccolta fondi già iniziata da qualche giorno che proseguirà ancora per un mese.

Grazie a una delegazione dell’associazione che raggiungerà il centro abruzzese, la somma raccolta sarà consegnata direttamente nelle mani dei cittadini aquilani. Ma domenica non sarà solo la giornata della solidarietà. La festa in onore di Santa Maria della Stella, infatti, è anche un evento che richiama a una antichissima festa liturgica a carattere agricolo. Le celebrazioni si svolgeranno in località “Strettola” dove fu costruita una chiesetta dedicata alla Madonna della Stella, diventata la protettrice dei campi e delle messi, che ogni anno i castellani celebrano la seconda domenica di maggio.

Circa 10 anni fa, l’Amministrazione comunale stanziò per la chiesetta 150 milioni di lire per interventi strutturali mentre altri 120mila euro sono stati stanziati grazie al Pit 10 per la sistemazione dell’arredo sempre all’interno del luogo sacro. “I lavori di restauro alla chiesa della Madonna della Stella saranno ultimati fra circa un mese - ha dichiarato Ernesto Cicchetti (foto 1 sotto), vicesindaco di Castelnuovo della Daunia, già presidente della Comunità Montana dei Monti dauni Settentrionali. - Il nostro sogno è quello di inserire la solennità della nostra Madonna insieme ad altre feste, come ad esempio la Madonna della Serritella di Volturino, in un circuito dedicato alle feste della campagna per celebrare l’agricoltura fra fede e folklore.

“Obiettivo da raggiungere - ha proseguito Cicchetti - anche grazie al progetto Daunia Vetus”. Domenica mattina i fedeli raggiungeranno a piedi la chiesa, situata a pochi chilometri dal paese castellano, per partecipare alla Santa Messa all’aperto. Durante la celebrazione, si invocherà la protezione sui campi e sul raccolto. Seguirà una suggestiva processione che si chiuderà tra spari di mortaretti e note della banda del paese. La giornata sarà allietata da allegre tavolate nei campi che circondano la chiesetta e da gare di vario genere. E’ tutto ciò che rimane di un’antica sagra, risalente al 1852, di sapore agreste e contadino che aveva i suoi momenti più importanti nella corsa dei cavalli e nell’accesa gara di aratura con gli animali detta “dei sette solchi o degli imporcatori”.



 Ufficio stampa Castelnuovo della Daunia

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 283

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.