Testa

 Oggi è :  28/01/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

13/04/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“PRONTO! VENITEMI A SALVARE!!!”

Clicca per Ingrandire Lunedì 6 aprile, ore 3,32. Una scossa di magnitudo 5,8 della scala Richter fa tremare la terra nella zona dell'Aquila. L'onda coglie nel sonno gli abitanti che si alzano con la paura negli occhi. Intorno l'inferno. Solo pochi minuti e si moltiplicano le telefonate ai centralini del 112. Ecco, le prime voci disperate e strazianti giunte ai Carabinieri. Telefonate spezzate a metà perché cade la linea o perché crollano le mura della casa e in cui emerge tutto il terrore vissuto in quegli interminabili frangenti.


Ore 3.36

112: Carabinieri, prego.

RA (Richiesta di aiuto): "Vi prego, vi prego, venitemi a salvare. O Dio mio, aiutatemi".

112: Dove siete?

RA: "Via Ed arco Cir...o".

112: Dove?

RA: «Edarco Cirillo 4».

112: Pronto, pronto?

RA: "Vi prego venite, aiuto, venite, venite".

112: Arriviamo.

RA: "Aiuto...".

Ore 3.39

112: Carabinieri avanti... Qui s’è smontato tutto, la centrale...È stato fortissimo... Fate attenzione, qui intorno non c’è più niente in piedi.

Ore 3.40

112: Carabinieri.

RA: "È crollato, tutto tutto, i ragazzi...".

112: Pronto?...

Ore 3.42

112: Carabinieri RA: (si sentono urla)

112: Pronto carabinieri.

RA: "Piazza Duomo, don Daniele, c’è una fuga di gas, la canonica... Per piacere piazza Duomo".

112: Che è successo?

RA: "Il terremoto, il terremoto...".

112: Sì certo, ma dove siete bloccati?

RA: "Piazza Duomo, dentro la canonica della chiesa Anima del Suffragio".

112: È crollato qualcosa?

RA: "Tutto, c’è il gas che esce, il gas... Siamo bloccati non riusciamo a uscire".

112: Ok, intanto contattate il 115 (i vigili del fuoco, ndr) che ci provo pure io.

Ore 3.43

112: Carabinieri...

RA: "Sì, pronto, senta io sono a via Francia (incomprensibile...) numero 3 è crollato il palazzo".

112: Cosa? È crollato il palazzo?

RA: "Sì... Sono crollati tramezzi, i balconi, due piani...".

112: Fate una cosa, uscite subito tutti dalle case...

RA: "Pensiamo ci sia una ragazza al secondo piano, però non siamo sicuri, perché la macchina c’è ma non risponde".

112: Chiamate il 115 intanto.

RA: "Stiamo provando ma non...".

112: Insistete, sì ci sono problemi con le linee, anche noi abbiamo problemi... C’è crollato l’ufficio pure a noi.

RA: "Allora è via Francia 3".

112: Intanto verificate se la ragazza c’è.

RA: "Ci proviamo, il problema è che tra una scossa e l’altra. Ci sono muri... È un problema avvicinarsi".

112: Conferma, via Francia. Mandiamo qualcuno.

RA: "Correte...".

Ore 3.44

112: Carabinieri, buonasera.

RA: "... sono un’infermiera,chiamo da villa Dorotea, qui è crollato tutto, la luce è andata via, la corrente..."

112: Uscite subito fuori, quelli che posso deambulare, che possono uscire, Portateli fuori. La scossa è stata fortissima.

RA: E gli altri?

112: "Gli altri... Cercate di organizzarvi un pochino, qui è un problema grosso, generale, comune, di tutti".

RA: "Grazie".

112: Grazie a lei signora. Fate uscire quelli che possono uscire...

Ore 3.46

112: Carabinieri.

RA: "Pronto?".

112: Prontooo?

RA: "Pronto, qui è un disastro".

112: Dove?

RA: "Al primo piano del nostro palazzo c’è una signora rimasta chiusa dentro, la vedo, strilla... Sotto la mensa universitaria".

112: Dove, dove, mi dica dove?

RA: "Via XX settembre 52".

112: Settembre 52.

112: Collaborate coi soccorsi, noi facciamo tutto il possibile.

RA: "Sì... che Dio vi benedica".

Ore 3.47

112: Carabinieri

RA: "Pro...n...to...".

112: Sì, pronto.

RA: "Chiamo dall’Aquila...".

112: Dica.

RA: "Siamo in una casa abbiamo perso le scale".

112: Dove?

RA: "Casa... dietro la prefettura, via San Francesco di Paola, numero 13.

RA: Sentiamo un odore forte di gas, non abbiamo più le scale, quindi non possiamo uscire in nessun modo».

112: Va bene, mandiamo qualcuno.

RA: "La ringrazio...".

Ore 3.48

112: Carabinieri, sì carabinieri.

RA: "Non lo so... Funziona il cellulare col terremoto".

112: Va bene, come sta lei signora?

RA: "Tutto lesionato".

112: Dove state all’ospedale?

RA: "Sì sì...".

112: Com’è la situazione là?

RA: "So’ cascate le flebo, gli specchi alle pareti, dio mio...".

112: Tranquillizzate i pazienti, aspettiamo che si ripristina la situazione, che anche l’ora... Aiutate le persone.

RA: "Va bene, grazie".

112: Grazie a lei signora.

Ore 3.48

112: Centrale, avanti. Pronto?

112P (carabinieri di pattuglia): "Mi senti?"

112: Vai, vai.

112P: Per notizia, sto facendo un giro nel paese di San Demetrio, vi sono numerosi danni, strutture intere crollate, la chiesa pure. Vedo la gente si sta organizzando per raggiungere le campagne, l’ordine pubblico per ora è normale. Ho bisogno di qualche ambulanza.

112: Bene così, provvediamo.

Ore 3.57

112: Carabinieri pronto.

RA: "Sì sì chiamo da Lucoli. Ci sono due persone anziane che col terremoto so’ rimaste bloccate in una casa, dove ci sono delle case, alla casa...".

112 Dove?

RA "Al terzo piano".

112: Dove?

RA: "A Collimento di Lucoli".

112: In che via?

RA: "Che significa in che via?".

112: Dove si trova? La via, l’indirizzo.

RA: "Via dell’Aquila, è la statale".

112: Va bene, va bene, va bene...

Ore 4.00

112: Centrale, mi senti?

112P (carabinieri di pattuglia): Sì. La situazione a Castelnuovo è critica, cinque persone mancano all’appello.

112: Bene, ricevuto. Fate quello che potete.

112P: Lo facciamo, qui è un casino, i centri abitati sono crollati, segnalano Poggio Licenze...

Ore 4.01

112P (carabinieri di pattuglia): Ottanta mi senti?

112: Avanti.

112P: Come la situazione all’Aquila?

112: È brutta, le case so’ crollate.

112P: Allora anche la caserma qua a San Demetrio sta messa male, ci hanno segnalato una persona qui vicino sotto le macerie, stiamo andando a verificare.

112: Procedi rapido.

Ore 04.05

112: Avanti, avanti.

112P (carabinieri di pattuglia): Sentite, qua mentre camminiamo la gente ci ferma e segnala gente sotto la macerie in via Venti settembre, su via Roma 150, gente che è rimasta agli ultimi piani bloccata. È un macello.

112: Continua...

112P: Allertate, io capisco che è un problema per tutti, ma qui ogni metro che facciamo non riusciamo ad arrivare a via Santa Croce per la gente che ci ferma. Comunque mi segnalano gente sotto la macerie in via Venti Settembre.


 Adnkronos (foto agenzia asca)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2697

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.