Testa

 Oggi è :  04/06/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

11/04/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

PESCHICI PRO-ABRUZZO

Clicca per Ingrandire Ancora una volta Peschici è chiamata a dare prova del suo senso di solidarietà che l’ha portata alla ribalta delle cronache all’indomani dell’incendio del 24 luglio 2007. In quella occasione la cittadinanza intera si prodigò prestando soccorso agli sfortunati ospiti protagonisti loro malgrado della più grave catastrofe della storia recente peschiciana. Quando la solidarietà chiama, Peschici risponde. Dall’11 aprile, sul corso Garibaldi è presente una postazione organizzata dalla Fratres e dai molti volontari che si alterneranno in una staffetta umanitaria di raccolta fondi per le popolazioni abruzzesi colpite dal violento terremoto che nella notte tra domenica e lunedì scorso ha raso al suolo alcuni paesi della provincia di L’Aquila e rese praticamente inagibili le abitazioni dell’intero capoluogo, provocando la morte di 290 persone, e lasciandone circa 40 mila senza tetto.

Dopo una breve riunione in Sala Giunta del Comune di Peschici, presidente e membri della sezione locale della Fratres, e alcuni giovani volontari peschiciani, hanno deciso un’azione unitaria di aiuto concreto alla gente che ha perso tutto. Così il presidente Liborio Iervolino ha illustrato ai presenti il progetto dell’associazione che rappresenta: “Peschici è un popolo di gente generosa che sa dare il suo aiuto e il suo sostegno a chi ne ha bisogno, e gran prova di questo è stata data in occasione degli eventi tragici del 24 luglio. La fase di assoluta emergenza non ci ha permesso di agire nei primissimi momenti, in quanto non siamo organizzati per affrontare questi momenti. Adesso - ha aggiunto - siamo chiamati a dare il nostro aiuto concreto e in maniera compatta a chi ne ha bisogno; la cosa più semplice è raccogliere fondi da mettere a disposizione della Protezione Civile che potrà impiegarli come meglio riterrà opportuno. Quindi, cominciando con una postazione sul corso di Peschici nei giorni di festa, ci dovremo spostare in giro per le attività turistiche, gli esercizi commerciali, gli studi professionali. Chiederemo anche al Comune di Peschici di sostenere questa nostra iniziativa - ha concluso - e sono certo che nella prossima Giunta la questione sarà affrontata e accolta”.

L’iniziativa ha raccolto il consenso e la disponibilità dei presenti, che si sono immediatamente attivati per la realizzazione di cartelloni e locandine esplicative. La solidarietà è un dovere di ogni cittadino. Che ciascuno, nelle proprie possibilità, contribuisca a riportare un sorriso sui volti degli sfortunati fratelli abruzzesi.

Domenico Martino

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3132

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.