Testa

 Oggi è :  14/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

08/04/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

INTERROGHI IL SINDACO, RISPONDE UN AVVOCATO

Clicca per Ingrandire “L’Amministrazione comunale di Sant’Agata di Puglia ha un primato: è l’unica d’Italia in cui a rispondere alle interrogazioni consiliari non sono il sindaco o gli assessori, ma un legale nominato dal primo cittadino. Ci sarebbe da ridere, se non ci fosse da inorridire”. E’ Giuseppe Gerardo Marchese, candidato sindaco per la lista civica “Uniti Per Sant’Agata, a denunciare pubblicamente un modo di operare che da troppo tempo caratterizza l’Amministrazione comunale del sindaco uscente Vito Nicola Cristiano.

“E’ tutto documentato - prosegue Marchese. - Abbiamo una lunga serie di ‘non risposte’ scritte dal legale che si è sostituito ai nostri amministratori. Ed è sempre questo avvocato a giustificare i ripetuti dinieghi dell’Amministrazione di fronte a consiglieri comunali per ciò che concerne l’accesso agli atti amministrativi. Se questa è trasparenza… Presto una nostra delegazione si recherà dal Prefetto consegnando un dossier sulla situazione che caratterizza il Comune di Sant’Agata di Puglia”.

Le interrogazioni e la richiesta di documenti amministrativi, in questi mesi, hanno riguardato diverse e importanti questioni. “All’Amministrazione comunale sono state chieste spiegazioni e rendiconti inerenti la grave situazione debitoria delle casse comunali, allegati al bilancio preventivo e di programmazione, gli strumenti di finanza derivata attuati dal governo cittadino, il rendiconto dettagliato degli oltre 190mila euro spesi per gli eventi estivi. In tutti i casi abbiamo ricevuto silenzio, monosillabi senza senso e le ‘non risposte’ di un legale cui certamente non appartengono le prerogative che spettano solo e soltanto agli eletti dai cittadini - continua il candidato sindaco di Uniti Per Sant’Agata. - Alla cittadinanza vogliamo dire che faremo tutto ciò che è nel nostro diritto-dovere per fare in modo che questa situazione finisca al più presto. Al sindaco e alla giunta chiediamo di rispettare il proprio ruolo e di tenere in maggiore considerazione le sacrosante richieste di trasparenza che giungono dai santagatesi.

“Ci auguriamo che questo incomprensibile atteggiamento di chiusura - conclude Marchese - non significhi che la situazione delle finanze comunali è tanto grave da indurre qualcuno a stendere un velo d’oscurità su di essa. Se così fosse sarebbe ancor più censurabile e poco responsabile l’atteggiamento di chi, di fronte alle proprie responsabilità, deve sempre e comunque dare conto a tutta la cittadinanza. Noi vogliamo un Comune trasparente, lo vogliono tutti i cittadini di Sant’Agata e ci impegneremo politicamente e pubblicamente in ogni sede e in tutti i modi previsti dalla Costituzione perché questa volontà sia rispettata”.



 COMUNICATO

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1960

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.